C blog un luogo dove raccontare e raccontarsi

Comunicazione Importante - 15 gennaio 2012 ore 20.15 - Costa Concordia Isola del Giglio

by Costa Crociere 15. gennaio 2012 20:33

Costa Crociere ribadisce il suo più profondo dolore per questo terribile incidente che ha colpito i suoi affetti più cari: i suoi ospiti, i suoi dipendenti, una propria nave;  si scusa per le sofferenze e il disagio che queste persone hanno subito e porge le più sentite condoglianze alle famiglie delle vittime accertate.

Circa 1.100 persone di Costa Crociere in tutto il mondo stanno lavorando dalla serata di venerdì nella gestione di questo terribile incidente e la loro priorità è stata di supportare le operazioni di salvataggio, assistere ospiti ed equipaggio e riportarli in sicurezza alla loro residenza. 

Le operazioni di ricerca e salvataggio sono ancora in corso coordinate dalla Guardia Costiera e dalle autorità italiane.  Confermiamo che sfortunatamente vi sono tutt’ora dei dispersi e, dato che la situazione è in continua evoluzione , non  ci è consentito fornire dati. 

 

Il Comandante Francesco Schettino, che era al comando di Costa Concordia, è entrato in Costa Crociere nel 2002 come ufficiale responsabile della sicurezza e promosso comandante nel 2006, dopo essere stato comandante in seconda. Come tutti i comandanti della flotta egli ha partecipato ad un continuo programma di aggiornamento e addestramento ed ha superato positivamente tutte le verifiche di idoneità previste. 

 

Come già reso noto, la Magistratura, con cui Costa Crociere sta collaborando,  ha disposto il fermo del Comandante, verso il quale sono state mosse gravi accuse. Sembra che il comandante abbia commesso errori di giudizio che hanno avuto gravissime conseguenze: la rotta seguita dalla nave è risultata troppo vicina alla costa, e sembra che le sue decisioni nella gestione dell’emergenza non abbiano seguito le procedure di Costa Crociere che sono in linea e, in alcuni casi vanno oltre,  gli standard internazionali.

 

Costa Crociere opera nel pieno rispetto di tutte le norme relative alla sicurezza ed è fiera dell’impegno che i suoi dipendenti dedicano alla gestione della sicurezza degli ospiti.

Tutti i membri di equipaggio dispongono di un certificato BST (Basic Safety Training), vengono formati e addestrati alla gestione di emergenze e ad assistere gli ospiti in caso di abbandono nave attraverso numerose esercitazioni. Ruoli, responsabilità e compiti sono chiaramente definiti e assegnati per consentire la gestione di una situazione così importante.

Tutti i membri dell’equipaggio fanno un’esercitazione di abbandono nave ogni due settimane. Per tutti gli ospiti in crociera è prevista un’esercitazione entro 24 ore dal giorno dell’imbarco, come richiesto dalla legge. Costa Crociere ha un sistema computerizzato che consente di verificare che tutti gli ospiti abbiano partecipato all’esercitazione e porvi di conseguenza rimedio.

La preparazione dei membri degli equipaggi Costa Crociere viene periodicamente verificata dalle Guardie Costiere e dagli enti di classificazione indipendenti in linea con il rispetto ai requisiti specificati nel sistema SMS (Safety Management  Systems).

A bordo di Costa Concordia e di tutte le navi Costa sono disponibili giubbotti di salvataggio, lance e zattere in numero superiore al massimo delle persone che possono essere ospitate dalla nave. Nelle lance sono presenti dotazioni di sicurezza, come riserve d’acqua e cibo, cassette medicinali e strumenti di segnalazione e comunicazione, che consentono di aspettare in sicurezza l’arrivo dei soccorsi. Le lance sono inoltre oggetto di scrupolose verifiche periodiche da parte del personale della nave e degli organismi di certificazione. Tutte le navi Costa Crociere sono certificate dal RINA e sono costruite secondo i più elevati standard e tecnologie.

In seguito all’incidente, Costa Crociere è intervenuta immediatamente per impedire un potenziale impatto ambientale e sin dalla giornata di sabato si sta avvalendo della società leader al mondo nel settore, Smit & Salvage, con cui sta elaborando un piano di interventi; le azioni immediate a breve termine sono consistite nel realizzare una barriera di contenimento attorno allo scafo.

La  Magistratura ha sottoposto a sequestro la nave e la VDR – la cosiddetta “scatola nera”. Costa Crociere può quindi accedere alla nave solo con l’autorizzazione delle autorità.

Tags:

Commenti (100) -

15/01/2012 21:00:28 #

Io nn rinuncerò a navigare con voi, credo molto nella vostra società e nel vostro personale. Un pensiero anche per voi. Scusate il disturbi

MICHELE VARESANO Italy | Rispondi

17/01/2012 20:57:22 #

Athos Il Moschettiere Dell'anima
4 ore fa
Athos Il Moschettiere Dell'anima Ho ascoltato alla radio il dialogo tra il Comandante della Costa Concordia Schettino e il Responsabile della Capitaneria......è eloquente la drammaticita' del momento.Il Comandante Schettino è sotto shock...la sua voce...le sue esitazioni .....sono emblema del suo stato psichico e...fisico.Ogni uomo ha il suo punto di Rottura...a Napoli da dove scrivo un proverbio recita....Non sputare in aria che in faccia ti torna...L'errore umano è comprensibile...ma il ritardo nell'evacuazione ha comportato un'evoluzione drammatica. Mi risulta difficile comprendere come un Comandante possa accingersi a lasciare la sua nave.......lasciandola alle sue spalle in balia del mare con il resto del suo carico umano di qualsiasi numero fosse.L'inadeguatezza del Comandante nel momento del pericolo secondo me non deve oscurare una Compagnia di Navigazione e tutti coloro che nei vari incarichi lavorano al suo interno di qualsiasi Nazionalita' essi siano e la loro eta'.

fabio carollo Italy | Rispondi

18/01/2012 14:51:24 #

adesso l'inchino (CON RISPETTO VERO E PROFONDO) fatelo alle vittime e al disastro che avete combinato. il capitano Schettino e' un codardo!!! come anche le cariche di bordo che lo hanno seguito nella fuga sull scoglio.
Piuttosto e' meglio fare le navigate con la TIRRENIA che e' pure fallita!!!!!!
COME MAI AVETE TOLTO DAL BLOG LA VOSTRA CELEBRAZIONE AGLI INCHINI? LO RIPORTANO TUTTI I GIORNALI!!!

GIO Italy | Rispondi

15/01/2012 21:03:52 #

Mi spiace moltissmo per ció che è accaduto alla Costa Concordia, a tutti i suoi passeggeri e all'equipaggio. Io sono stata a bordo della Concordia proprio poco tempo fa, a Natale ed è stata una crociera magnifica. Devo ammettere di aver notato il comandante un po'troppo spesso al bar ma non avrei mai pensato ad eventuali gravi negligenze da parte sua.
Io adoro Costa Crociere e da quando è successo il disastro guardo tutti i tg.
Pensare alla povera nave riversa nel mare, una nave ricca di meraviglie, arredi stupendi, cibo prelibato, oggetti e souvenir, cabine con tutti i comfort, ponti super attrezzato mi fa venire da piangere e il pensiero di non rivedere mai più Costa Concordia mi fa soffrire.
Un in bocca al lupo a tutti, e spero con tutto il cuore che in futuro la Costa non debba mai piu affrontare un disastro del genere. Io comunque rimarró una affezionata cliente.
Francesca Romana Santise
Torino

Francesca romana Italy | Rispondi

15/01/2012 21:21:00 #

Salvate Costa Concordia!!!
Le indagini accerteranno eventuali errori umani, ma LEI non ha colpa di niente! Ogni volta che vedo le immagini della nave su cui ho vissuto l'esperienza della mia prima crociera adagiata su un fianco, non più così imponente e maestosa, ma vulnerabile e attaccata dai media, non posso fare altro che piangere. Il mio cordoglio è per le vittime e le loro famiglie, ma non si possono generalizzare le critiche a tutto l'equipaggio che, sicuramente si è dato da fare ed è rimasto al suo posto. Restituiteci Costa Concordia ed io sicuramente prenoterò il suo viaggio inaugurale!!! E' troppo bella! Non può finire così!
Rita

Rita Italy | Rispondi

15/01/2012 21:58:53 #

E' vero..anche io ho fatto la mia prima crociera su Costa Concordia e vederla in quelle condizioni mi addolora molto... Spero che si riesca a recuperare, altrimenti spero che ne costruiscano un'altra identica e anche io mi prenoterò sicuramente per la crociera inaugurale!
Sono sicura che Costa saprà cavarsela anche in questa situazione, e può contare su tutto l'appoggio di noi crocieristi!
Non vanno dimenticate però le vittime, ed è giusto che si prendano provvedimenti!
Un abbraccio a tutti i familiari delle vittime, ai passeggeri che si sono salvati, a tutto l'equipaggio e allo staff!

Federica Italy | Rispondi

15/01/2012 21:34:33 #

Personale qualificato e ben addestrato?
si sentono tante voci di tanti superstiti che testimoniano la poca capacità di gestione dell'emergenza del personale.
Certo è che gestire un'evacuazione di 4000 persone non è cosa semplice se consideriamo l'inclinazione della nave e quindi la difficoltà di calare le lance.
Tanti commenti sul comandante, io penso che la sua manovra di avvicinamento abbia salvato tante vite e non gli si possono addossare tutte le colpe.
Peppe

Peppe Italy | Rispondi

15/01/2012 21:39:36 #

nella mia ultima crociera avevo già evidenziato che a mio giudizio il personale di bordo non appariva pronto per gestire l'esercitazione si abbandono nave figuriamoci una vera situazione si emergenza.in ogni caso siamo vicini a tutti per il grave incidente che ci addolora per le perdite ma  non mina la voglia di ripartire in crociera  e la fiducia nella compagnia

stefano Italy | Rispondi

15/01/2012 21:59:31 #

ho fatto 6 crociere e in questi tristi giorni sono molto dispiaciuto per come i giornalisti e l'opinione pubblica stanno trattando la costa crociere,una compagnia ESTREMAMENTE SERIA che porta l'eccellenza italiana nel mondo, e il vostro personale che fa di tutto durante la crociera per coccolarci,viziarci e farci sentire a casa senza farsi mai mancare il sorriso... solo chi è stato a bordo delle vostre navi sa come siete scrupolosi e attenti in ogni dettaglio e con quale dedizione fate in modo che una semplice vacanza si trasformi in un sogno.... tenete duro e questo brutto momento passerà e chi veramente sà cosa vuol dire una CROCIERA COSTA saprà premiarvi e non esiterà a prenotare con voi come farò io......in bocca al lupo e a presto a bordo delle vostre navi!!!!

claudio daga Italy | Rispondi

15/01/2012 22:45:51 #

Sarebbe bene che non venissero avanzati giudizi affrettati in attesa dei risultati dei competenti organi.
Ho sempre trovato il personale di bordo, anche extracomunitario, gentile e disponibile, purtroppo qualche volta trattato in maniera poco ortodossa da alcuni passeggeri presuntuosi.
Tutti quelli con cui ho avuto a che fare si sono sempre adoperati al meglio.
Non escludo che, nella quantità, ce ne possa essere qualcuno che dia l'impressione di essere un po' imbranato. C'è da considerare che puo' trattarsi di qualcuno al primo imbarco e lontano migliaia di chilometri da casa. Chi di noi, al primo impiego non si è trovato un po' imbranato?
Ho conosciuto camerieri che avevano i figli nati da qualche mese, mentre erano imbarcati, e che non avevano ancora potuto vedere ed abbracciare. Anche questi ragazzi hanno dei sentimenti, a bordo si fanno il mazzo mentre noi siamo a divertirci e meritano tutti il dovuto rispetto.
Non ammetto che per qualcuno che non si sia dimostrato al massimo dell'efficienza si debbano condannare tutti quanti.
Mi associo a chi ha detto che, se Costa Concordia verrà rimessa in servizio, prenoterà il primo viaggio.
Il sevizio a bordo è di tutta eccellenza ed è un onore viaggiare su navi targate GENOVA.

Vittorio Italy | Rispondi

15/01/2012 22:46:07 #

La notizia della Costa Concordia mi scuote parecchio perchè come ufficiale di Coperta so  come si vive e come ci si può sentire il mio pensiero va alle famiglie delle persone che hanno perso o non hanno notizie dei familiari, ma anche alle persone che lavorano li, che dopotutto sono anche  persone,  padri di famiglia, e facile dire  cose senza essere del mestiere solo a chi di dovere sta la competenza di accertare le responsabilità e un pensiero va al comandante che nel minimizzare quello che poteva essere un disastro immane ha invece deciso quello che era giusto cerchiamo di capire cosa ha provato quest'uomo e comprendere per quanto possibile la sua sofferenza.

Giuseppe Italy | Rispondi

15/01/2012 22:52:41 #

A me umanamente dispiace moltissimo per la vostra azioenda e per tutto il vostro reparto organizzativo e capisco che per voi e' un "lavoro".

Ma forse bisogna essere onesti , malgrado le tonnellate di tecnologia e' bastato un attimo e' il sogno di e' tramutato in un incubo... e questa cosa non riesco a digerirla. Spiacente ma penso che non faro' mai nessuna crociera.

robert Italy | Rispondi

15/01/2012 22:56:21 #

... sicuramente il comandante era molto preparato in fatto di sicurezza ... a quanto si sente dire era preparatissimo a salvare la sua pelle innanzitutto .
Comportamento ( se sarà accertato ) a dir poco vergognoso ed inqualificabile.     Al momento non credo sia corretto addossare a Costa Crociere le colpe di un suo dipendente ; ma se come appare al momento si ostina a difenderlo ad ogni costo , Costa fa un enorme errore , e se ne assume tutte le responsabilità.      Il grave ritardo nel far partire il piano di evacuazione ( come appare al momento ) pare sia dovuto principalmente al  : "... facciamo finta di niente e speriamo non si accorga nessuno che abbiamo fatto una ricca fesseria"       Personalmente ritengo che errare sia umano( fare fesserie un po' meno ) ... ma :minimizzare , insabbiare , fare i furbi e cercare di dare la colpa agli scogli non è serio.

maurizio baroli Italy | Rispondi

15/01/2012 23:04:56 #

Anche io sono un'affezionata crocerista Costa, conoscendo bene il vostro lavoro mi dispiace veramente per quello che è successo e per tutti i commenti che si sentono. Che tristezza le foto della Concordia... Con la mia famiglia desideriamo esprimere il nostro cordoglio alle famiglie delle vittime e inviare un abbraccio e un incoraggiamento a tutto il personale di Costa Crociere! Ho già prenotato la mia prossima crociera e non vedo l'ora di partire!!!!

Laura Italy | Rispondi

15/01/2012 23:20:18 #

Sono assolutamente convinto della grande serietà e professionalità  del personale Costa Crociere per averla sperimentata in prima persona.
Ho sentito in TV e letto sul WEB una tonnellata di sciocchezze e presentate come oro colato opinioni da bar sotto casa illustrate da perfetti ignoranti, c'è chi parlava di doppio-scafo, chi di scialuppe insufficienti, chi di attrezzature inadeguate e altre amenitá del genere.
La mia fiducia nei giornalisti ha subito un duro colpo e mi accade sistematicamente ogni qualvolta sento parlare in TV di un argomento di cui sono competente !

Mauro Mele Italy | Rispondi

15/01/2012 23:27:27 #

@ francesca romana e rita:
mi fate pena; a posto di piangere per la perdita della nave concodia, abbiate un pensiero per le vittime di questa sciagura e per i loro poveri familiari.
niko.

niko Italy | Rispondi

16/01/2012 06:32:57 #

Nel rispetto assoluto delle vittime di questa tragedia, mi fai pena tu che nn riesci a capire dietro ad una nave quante persone (compreso tutto il personale di Genova)ci siano che lavorano onestamente e che per colpa dell'errore di valutazione di qualcuno possano vedere il loro futuro lavorativo (in un momento di tragica crisi dell'italia) messo in discussione. Quando affonda una nave, con lei  affondano tutti i vissuti delle persone che hanno avuto la fortuna di averla abitata anche solo per una settimana!

alessia balducci Italy | Rispondi

15/01/2012 23:49:55 #

Che sciagura, avete combinato davvero un disastro. Credo vadano accertate le responsabilità, mai viaggiato con voi e non inizierò a farlo ora.

Corto Maltese Italy | Rispondi

17/01/2012 07:42:40 #

Guarda che nessuno ti obbliga a fare crociere, con Costa o con qualunque altra compagnia. Il tuo commento è talmente generico e superficiale da essere irritante. Hai perso un'ottima occasione per stare zitto.

skifatterunz Italy | Rispondi

16/01/2012 01:00:25 #

@niko
Mi hai tolto le parole di bocca

Stefania Italy | Rispondi

16/01/2012 01:37:14 #

ovviamente esprimo tutta la mia vicinanza a tutti coloro che hanno vissuto questa bruttissima esperienza però io vorrei fare un appello a costa. so che ora è molto presto per decidere il destino della concordia però io vi vorrei fare un appello: non demolite costa concordia! quella nave ha qualcosa di magico, di bello, una cosa che ti rimane impressa per sempre. sono sceso 4 mesi fa da questa stupenda nave e ancora tutt'oggi prima di andare a dormire penso a tutti i bei momenti passati durante quella settimana a cominciare dell'equipaggio: il cabinista, i camerieri gli animatori pronti a servirti e a farti divertire in qualsiasi momento della giornata, poi la bellezza della nave con i suoi ambienti colorati che ti trasmettevano allegria e infine il la grandezza della compagnia costa crociere che avevo conosciuto per la prima volta li a bordo dato che era la mia prima crociera con voi. devo essere sincero, prima di costa ero andato in crociera con la compagnia concorrente e quella era la mia prima crociera in assoluto e devo dire che non ricordo già più nulla di quel viaggio. per me la mia unica e più bella crociera è stata a bordo di costa concordia e spero che ne possa fare ancora molte altre con voi.
in conclusione, ritornando al mio appello, (che credo che sia condiviso anche da molti altri) se qualora dovreste decidere tra il restauro o la demolizione di concordia vi chiedo di scegliere per la prima. forse è meglio per voi costruire una nuova nave ma credo che saremo più contenti tutti di vedere costa concordia ancora nel mediterraneo fra qualche anno.
fabio

Fabio Italy | Rispondi

16/01/2012 04:09:27 #

Per chi come ME lavora nel mondo del turismo al servizio degli ospiti/clienti puó solo affermare che da parte del personale c'è sempre tutta la disponibilitá ad accontentare e in tal caso anche ad impattare la MORTE mettere in ballo la propria VITA Per quella altrui...In questo caso degli ospiti!!! Io ho vissuto un esperienza simile quando nel 2007 si incendió un villaggio in Puglia nei pressi di Taranto...Noi ci impegnammo al massimo x far evaquare o mettere calma e quando tutto sembrava quasi risolto i media avevano stimato che un terzo delle persone aveva perso la vita!!! Invece NO! Tutti fuori Salvi!!! GRAZIE A NOI E ALCUNA AUTORITÂ KE TARDÓ DI BEN 24H nell arrivo!!! Eh dopo tutto cio da parte degli ospiti NEMMENO un sentito e vivo Grazie ma solo polemiche e critiche sulle modalitâ di salvataggio!!! A voi le conclusioni! Ps Mi schiero OVVIAMENTE a favore di COSTA E IL SUO STAFF non tralasciando del resto CONDOGLIANZE E SOLIDARIETÂ PER I PARENTI DELLE VITTIME.

Mauro D'Angelo Italy | Rispondi

16/01/2012 04:32:36 #

La mia solidarietà va a tutte le vittime di questa terribile sciagura. Ma altrettanta solidarietà la esprimo in favore del Comandante Schettino: onestamente non credo che abbia volutamente causato quanto accaduto e certamente non vorrei essere nei suoi panni in queste ore con cui deve fare i conti con la propria coscienza. Ma è altrettanto vero che purtroppo, a volte, si può sbagliare. Non si dovrebbe ma se così fosse il mondo sarebbe perfetto. Lui non è diverso dai tanti che in incidenti stradali, pur non volendo, non per dolo ma per colpa, hanno comunque causato dei morti. Credo che sia più duro vivere con un rimorso che non vivere.
Scusate ma da uomo di responsabilità quale io sono, ho sentito il dovere di spendere una parola anche per il Comandante della Costa Concordia.

Rosario Nasca

Rosario Nasca Italy | Rispondi

16/01/2012 07:34:38 #

il commento all ignoranza giornalistica e al contrasto con i fatti e plateale mi rivolgo al fatto del personale nn preparato e altre idiozie varie ... se fosse veramente cosi sabebbe stata una catastrofe ben più grande 5 morti si rimane una tragedia ma nn si piu incriminare chi ne ha salvate piu di 4000 ... le lance nn si ammainano da sole  ......

matteo Italy | Rispondi

16/01/2012 09:31:10 #

Esprimo il mio dolore per la perdita di vite umane ed il mio dispiacere per quanto è successo;la visione della nave abbattuta è commovente,ma a mio modesto avviso,se il comandante avesse lanciato subito l'SOS ed avesse calato subito le scialuppe,il danno sarebbe stato solo materiale.Come socia Pearl,quindi cliente da anni,conosco la serietà della Compagnia,cui rinnovo la mia piena fiducia,e sono certa della preparazione del personale;ho partecipato a tutte le esercitazioni,ma è chiaro che quando si scatena il panico può accadere di tutto.E vorrei che si ricordasse che anche il personale è costituito da esseri umani,che in situazione di stress e/o di pericolo possono reagire in modo inconsulto ed imprevedibile.Non giustifico il comandante,che,proprio perchè tale,avrebbe dovuto fronteggiare diversamente l'emergenza.So che non posso giudicare,ma è lecito esprimere un'opinione.Ci vediamo alla prossima crociera,già prenotata!!

flora Italy | Rispondi

16/01/2012 10:21:08 #

Anche io sono una super affezionata al gruppo Costa Crociere e socio Pearl!
Il dolore e la vicinanza ai familiari delle vittime è forte. E' grande anche il dispiacere per la bruttissima esperienza vissuta da tutti i passeggeri, ospiti ed equipaggio compreso.
Sono stata sulla Victoria, sulla Romantica nel 2007 (per 22 giorni di viaggio di nozze), sulla Serena e sulla Concordia.
TUTTE crociere splendide. TUTTE!
Le esercitazioni di evaquazione non possono essere svolte ogni giorno, (come denunciava qualcuno nei servizi dei tg,) ma al termine dei principali imbarchi, con tutti i nuovi passeggeri a bordo.
E se alcuni raccontano che sono stati accompagnati a terra dai camerieri...non vuol dire che il personale fosse allo sbaraglio! Anche i camerieri, come i responsabili di pulizia delle cabine, possono essere tra quelli più addestrati di altri per pilotare le lance o effettuare le operazioni di sbarco! Anzi, senz'altro queste figure sono da ricercare anche tra di loro! Sulla Concordia, come sulle altre navi, non è possibile che siano presenti 100 persone addette solo alle emergenze!! Ma ognuno sarà addestrato per il suo compito principale, nonchè per eventuali manovre di soccorso, per assistere gli ospiti al meglio, come in ogni altro momento della crociera!
Sono vicina alle famiglie delle vittime, così come a tutto il personale, che si prodiga ogni giorno dell'anno per offrire il meglio a tutti noi viaggiatori, per farci vivere un sogno galleggiante nei più bei porti del mondo, sicuri di avere ogni comfort, sempre!
Penso anche che sia normale che dagli altoparlanti sia stata richiesta più volte di mantenere la calma e che magari si dicesse che era solo un problema di blackout, per non seminare ancora più panico di quel che già c'era! Vi immaginate se avessero annunciato "stiamo affondando?!". I passeggeri non sono stati ingannati. Sono stati portati in salvo 4100 persone in poche ore, in una situazione molto anomala dal punto di vista dell'inclinazione e della posizione della nave e delle sue lance. Chi durante un emergenza e un evaquazione può testimoniare di aver vissuto la cosa in tranquillità, comprendendo tutto quello che stava accadendo!!
Le manovre del comandante, o chi per lui, saranno di certo punite. Ma non cambierà mai il mio giudizio (ottimo, non buono, come sui questionari di valutazione!!) per la compagnia Costa!

ClaudiaP Italy | Rispondi

16/01/2012 10:39:52 #

il comandante è il solo responsabile
!!

max Italy | Rispondi

16/01/2012 10:45:34 #

Anche io vorrei dissociarmi da alcune voci sentite nei TG. Cordoglio rimane per le vittime, e se ci sono state delle responsabilità di alcuni, questi verranno giudicati ed eventualmente puniti. Tuttavia non generalizziamo. Se più di 4000 persone sono state salvate, evidentemente qualcosa HA funzionato. Costa è un vanto, è un simbolo di qualità ed eccellenza. Non ho mai viaggiato in crociera: è venuto il momento di prenotarne una per ribadire la mia totale fiducia a Costa.

Francesca Rovereto Italy | Rispondi

16/01/2012 10:46:01 #

io non faro' piu' nessuna crociera con nessuna compagnia

susanna. Italy | Rispondi

16/01/2012 11:05:55 #

.....VERGOGNA !!!!!!!
VERGONA E VERGOGNA !!!!!
Tutto il personale è responsabile, in primis il capitano....e agli altri che commentano pensate alle vittime invece di pensare alla Concordia !!!!
Ma dico siete fuori ???? Chi se ne frega dell'azienda !!!!
Sono morte delle persone ma vi rendete conto ???
Solo perchè il comandante voleva fare un saluto agli isolani del Giglio ???
Tutto il personale è responsabile delle vittime !!!!
Ognuno ha pensato solo per sè !!!
Volevo prenotare una crociera per quest'estate.....mai più ! Manco se me la regalassero !
....VERGOGNAAAAAAAAAAAA !!!!!!!!!!!!

Claudia Italy | Rispondi

16/01/2012 12:41:56 #

Scusa Claudia,
ognugno è libero di esprimere le proprie opinioni, ma stando a quello che dici tu allora la mattina non dovresti nemmeno prendere la macchina o i mezzi pubblici!!!
Manco pensare all'aereo o al treno, con quel che si è sentito negli ultimi anni.... ah! non pensare alla bicicletta o tanto meno attraversare le strisce pedonali, una vera trappola mortale al 100%!!
Ma insomma, so che è una vicenda eclatante e so che era parecchio che, per fortuna, non succedeva nulla di tutto questo, ma diciamo la verità muoiono molte più persone in altre tragedie rispetto ai disastri per mare, sia chiaro non giustifico il fatto,una cosa del genere non doveva proprio accadere!! Però non esageriamo....
E credimi, alla vittime ci pensiamo tutti e credo proprio che ogni singola persona di questo pianeta sia veramente triste e dispiaciuta per l'accaduto, quei passeggeri e l'equipaggio non avevano colpa... Gli unici che la coscienza proprio a posto non hanno sono il comandante e il primo ufficiale (per intenderci quello immediatamente sotto come gerarchia al comandante e, forse, quello che era a conoscenza della rotta).
E visto che l'hai detto tu che non hai mai fatto crociere, non puoi sapere come viene gestita la sicurezza a bordo.... io, al contrario di te, ne ho fatte più di una e ti posso garantire che Costa Crociere fa sempre le esercitazioni, le persone sono addestrate e quanto scritto nel post è tutto vero.
E i commenti scritti in questo post immagino siano dovuti proprio per le varie cavolate che sono state dette in tv e che, una persona come te che non ha mai fatto crociere, può prendere per buone, ma invece non lo sono.
Non è nemmeno giusto che si faccia passare il messaggio che Costa Crociere non ci tiene alla sicurezza e che non sappia come far evacuare i propri passeggeri in caso di necessità, solo perchè un suo dipendente ha sbagliato e ha dimostrato di non essere all'altezza del ruolo ricoperto; ma per fortuna non tutti sono così.
Lara D.

Lara D. Italy | Rispondi

16/01/2012 13:23:25 #

Hai ragione gli incidenti possono capitare ovunque, treni, aerei, ecc..ma qui si parla di un incidente per una presunta bravata, definiamola così, del comandante (che è inoltre comprovata da uno scambio di lettere che girano per tutti i tg) e che ha messo a rischio la vita di oltre 4000 persone!!!
La mia amarezza è per l'incoscenza, se si dovesse accertare questa presunta bravata, del capitano ma anche per l'incapacità del personale, o maggior parte di esso, che non sapeva come comportarsi durante la tragedia. E questo non lo dico certo io o qualche giornalista, ma i sopravvissuti. Hai visto le interviste ? E molto personale ha abbandonato la nave quando dovrebbe prima pensare alla salvezza dei passeggeri. Ti sembra giusto ? Con questo di certo non punto il dito contro la Costa ma contro l'incoscenza di uno e l'incapacità di molti altri nel gestire una situazione che avrebbero dovuto saper gestire, perchè il loro lavoro prevede anche questo, saper gestire situazioni di emergenza.

Claudia Italy | Rispondi

16/01/2012 13:45:56 #

io dico che si fa molto presto a giudicare senza essere stati sul posto. Anche 2 giornalisti presenti a bordo, oggi hanno detto che le loro prime dichiarazioni sono state troppo forti, e con toni troppo accusatori nei confronti dell'equipaggio e delle operazioni di assistenza nello sbarco. E' ovvio che nel panico, o sotto shock come si può essere nelle prime ore successive all'accaduto, i toni siano un po' esagerati da parte di qualcuno, e che la lucidità e la calma siano difficili da mantenere. Ma a posteriori molti ammettono che in quel momento, non c'era nulla di meglio da fare! e che sono state le scene di panico dei passeggeri a compromettere alcune delle operazioni!
Poi, alcune persone dell'equipaggio saranno sbarcate con gli ospiti, per assisterli anche a terra, ma molti di loro sono stati gli ultimi ad essere tratti in salvo, anche nelle prime ore del mattino.
Attenzione a quello che si legge sui giornali o a quello che si ascolta in tv.... cerchiamo di avere opinioni obiettive e lucide...
(da servizio di un tg "salvati i coreani al ponte 8 cabina 303"....com'è possibile? al massimo cabina 803, visto che il primo numero di cabina corrisponde al ponte, ma in ogni caso sarebbe sbagliato: tutte le cabine della Concordia hanno 4 cifre. Altri giornali dicevano che erano nella cabina al ponte 3....ma non ci sono cabine al ponte 3!! quindi anche i giornalisti dovrebbero informarsi bene prima di parlare...)  

ClaudiaP Italy | Rispondi

18/01/2012 14:37:00 #

bravoooo....vergognatevi pensate alla concordia, a costa crocere....stupidi qsta è una tragedia pensate alle povere vittime e ai loro familiari...affanbrodo costa crocere x ora...poi le colpe e le responsabilità verranno accertate ma ora dovremmo seriamente pensare a quella povera gente!e poi skettino è stato distratto da altro....è vergognoso!

titty Italy | Rispondi

19/01/2012 09:48:09 #

Non credo che chi qui appoggia Costa pensi solo a quello...chi lo fà, se vedi, guarda alle persone che lavorano lì di cui hanno conosciuto l'umanità, la gentilezza, la cortesia..sono vittime diverse, certo, con un peso diverso in questa tragedia, ma quando hai visto come lavora il personale di queste navi, non puoi non pensare anche al loro dolore.

Eleonora Italy | Rispondi

16/01/2012 11:42:21 #

Desidero esternare il dispiacere per questa catastrofe accaduta, per le vittime decedute e per i sopravvisuti, non giustifico assolutamente il comportamento di detto comandante, ritengo assoluta la sua inadeguatezza al comando di detta nave, contrastando la dichiarazione dell'armatore dove sostiene che detto comandante ha superato tutte le prove per ricoprire detto incarico. Il sig. Comandante è stato un coniglio in quanto è scappato prima di tutti e non è riuscito a gestire l'emergenza. Per lui era solo una vacanza remunerata dall'armatore. I gestori della compagnia dovrebbero essere più attenti a verificare tutto quello che accade all'interno della flotta. La mia esperienza con costa nel 1993 è stata pessima, infatti, al ritorno da una crociera ai caraibi, il personale che si occupava dello scarico e carico dei bagagli, distrussero i nostri bagagli, procurando notevoli danni agli oggetti che contenevano, ad una mia segnalazione e dopo diversi mesi, mi rispondevano che non potevano fare nulla per rimborsarmi il danno occorsomi, questa non è serietà, ora comunque gli tocca pagare tutto, non considerando il valore della nave. Quando si lavore con le persone che sono vite umane non si può scherzare. Comunque non viaggerò mai più con costa. Saluti.

pippo Italy | Rispondi

16/01/2012 11:43:48 #

nessuno mette in dubbio l'enorme dolore e perdita causate da questa tragedia. molti di noi, già clienti costa, hanno però sentito l'esigenza di esprimere il proprio sostegno morale non solo ai sopravvissuti e ai familiari delle vittime, ma anche all'intera compagnia. Gli incidenti, per errori umani, purtroppo succedono e succederanno...che siano automobilistici, in treno, aereo, nave ecc...Ma non per questo si deve mettere al rogo una Compagnia italiana di grande vanto in tutto il mondo per tutti noi. I responsabili vanno assolutamente puntiti, anche se ciò non ripagherà mai nessuno per questa sciagura che si poteva evitare. Ma non per questo deve finire la vita a bordo di navi da crociera.

ClaudiaP Italy | Rispondi

16/01/2012 12:45:18 #

Concordo in pieno al 100% con quanto scritto da ClaudiaP
Lara D

Lara D. Italy | Rispondi

16/01/2012 11:47:38 #

E' inutile accanirsi contro la Costa Crociere, sono fatalità che accadono una volta ogni mille anni. Un rispettoso cordoglio è quello che ci vuole ora, non credo che qualcuno abbia voluto affondare la nave di proposito. E vi assicuro che sia la società sia il capitano stanno pagando, amaramente, le conseguenze. Crollo in borsa dei titoli e capitano dietro le sbarre.

Chiuderla significherebbe mandare a spasso migliaia di addetti ai lavori, come vi sentireste a perdere il posto di lavoro in questo momento ? Non ci voleva davvero. Il destino si è accanito contro questa nazione.

Preghiamo per quelli che sono dispersi sperando che vengano trovati al più presto, il miò più sentito cordoglio per le famiglie che hanno perso i loro cari, rimaniamo uniti. E' una tragedia.

Giuseppe Famà Italy | Rispondi

18/01/2012 16:40:05 #

Fatalita' e' quella del Titanic.
Questa e' stata una BRAVATA, un andare fuori dalle regole APPOSTA. Altro che fatalita'.
Cosa mettono a fare i limiti se poi le persone non li rispettano?

Ste Italy | Rispondi

19/01/2012 09:43:27 #

Ma davvero credi che lì sopra giocano con le vite di 4000 persone come si gioca a biglie?
Si vede che non hai mai fatto una crociera con loro...

Eleonora Italy | Rispondi

20/01/2012 19:00:28 #

ho fatto 3 viaggi con la costa crociere ed una con la carnival , stavo proprio parlando bene dei viaggi agli amici quando e' successo la tragedia
sono anni che vado al giglio sia sopra che sotto l'acqua e conosco la zona, il comandante sicuramente di ottima esperienza ma se e' vero che era lui ai comandi ha messo in gioco la vita di 4000 persone con un azzardo.
quest'estate ero con la paul gauguin e dovevamo sbarcare su una isola ma proprio per il mare avverso e condizioni no proponibili (onde alte 3 metri) non siamo potuti scendere con le lance .... hanno fatto bene dato che l'80 % delle persone era anziana
mi dispiace sia per le vittime ma un applauso a quelle persone che si sono prodigate nell'aiutare a salvare i superstiti ed abbassare la lista dei morti e dispersi.
che da questa sciagura ci sono le persone che non viaggeranno mai  consiglierei di farsi un esame di coscienza .... se calcolate che uscendo di casa vi può cadere un vaso in testa allora dovreste rimanere nel letto

andrea Italy | Rispondi

10/03/2012 16:38:49 #

Forse non hai visto con attenzione il film,intendo quello con Di Caprio.....Anche sul Titanic c'è stato l'errore umano e la disattenzione,e infatti la maggiore causa degli incidenti in generale è dovuta alla disattenzione.

Gloria Italy | Rispondi

16/01/2012 12:02:06 #

Con immenso cordoglio per le vittime tifo Costa !!...ho avuto più volte esperienza sulle vostre navi e vi trovo i migliori in assoluto. Tutto il personale di bordo dalla minima alla massima carica è fantastico e super preparato. Le prove di evacuazione OBBLIGATORIE!! vengono spesso prese dai crocieristi come un divertimento, qualcosa che fa parte dell'animazione della nave e spesso ignorate. Comunque, in momenti di panico e paura, è molto difficile mantenere la calma e seguire le indicazioni che vengono date, in qualsiasi situazione. E' facile giudicare da fuori. Le eventuali colpe verranno accertate e giudicate da chi ne compete. la compagnia ha tutte le carte più che in regola !! Continuerò a navigare COSTA !!

barbara Italy | Rispondi

16/01/2012 12:26:41 #

Sono addolorata x ciò che e' accaduto, sono profondamente vicina alle famiglie delle vittime e alla vostra compagnia, personalmente dopo aver fatto tre crociere con la Costa ne rifarei altre mille, la serietà, la professionalità degli addetti e l'organizzazione a bordo delle vostre navi hanno sempre caratterizzato la sicurezza della navigazione delle navi, un errore umano non deve puntare il dito sulla Compagnia.
Ribadisco la mia solidarietà nei vostri confronti, e ovviamente alle vittime ed ai loro familiari vanno tutti i miei pensieri!

Maria Italy | Rispondi

16/01/2012 12:27:29 #

Un ultimo saluto ad una nave che ha regalato intense ed immense emozioni, attraverso atmosfere magiche che solo l'ospitalita Costa sa creare. Addio Costa Concordia.

Fortunato Gagliano Italy | Rispondi

16/01/2012 12:34:57 #

Partiamo con il dire che Costa Riviera e' stato il mio primo viaggio solo con la mia fidanzata, poi e diventata mia moglie e viaggio di nozze con Costa Vittoria e dopo 10 anni con i miei bimbi su Atlantica a festeggiare il nostro anniversario....sono commosso e triste perche' guardando la tv mi sento coinvolto come se questa compania di navigazione faccia parte della mia famiglia, perche' e' sempre stata presente alle nostre principali ricorrenze. Voglio Complimentarmi con il direttore e il presidente di costa crociere, perche' hanno tenuto un atteggiamento veramente d'esempio per chi come me ha un impresa e deve affrontare una simile situazione.
Chiudo con un pensiero a tutto il personale di costa crociere che ho conosciuto in questi anni gazie per quello che fate non abbattetevi, siete e sarete sempre una grande famiglia.

Ps il mio futuro sara sempre con Costa Crociere non dubitate
grazie

anyonio Italy | Rispondi

17/01/2012 19:51:00 #

anche io e mio marito nel 1999 abbiamo fatto la prima crociera con costa riviera ne sono poi seguite altre sei, proprio come voi ogni volta x festeggiare qualche momento che per noi era importante. Stamattina quando ho sentito nominare l'ex comandante Palombo ho avuto un flash e, siccome mi tengo tutti i today delle crociere fatte con costa, ho ripreso quello della transatlantica fatta nell'aprile del 2003 ricordandomi che fosse proprio lui il comandante e con mia grande sorpresa c'era il nome del comandante Schettino come suo comandante in 2°. Aveva ragione mio marito quando vedendo la sua foto la prima volta mi ha detto:"Io questo me lo ricordo .........".

alessia balducci Italy | Rispondi

16/01/2012 12:36:43 #

Ho fatto 30 crociere con Costa e continuerò a farne...E' una Compagnia assolutamente seria e affidabile...Un comandante che sbaglia non è la regola....L'errore umano è concepibile, l'inconcepibile è l'abbandono della nave senza assicurarsi che tutto l'equipaggio e i passeggeri siano al sicuro e questo è assolutamente imperdonabile....L'augurio di una pronta guarigione all'HD GIAMPEDRONI che ho avuto l'onore e il piacere di conoscere personalmente in diverse crociere,un ufficiale serio e responsabile che anche in questa occasione ha saputo appunto dimostrare  con quanta serietà e responsabilità svolge il proprio lavoro...E tanto cordoglio e tristezza alle persone che purtroppo sono morte in questa terribile tragedia....

Ele Italy | Rispondi

16/01/2012 13:13:48 #

Il naufragio di Costa Concordia mi ha profondamente addolorato e sono vicina alle famiglie che hanno, purtroppo, perduto delle persone care e a chi ha passato quei brutti momenti di angoscia e panico. Sono un'appassionata di crociere e cliente di Costa da molti anni e voglio spezzare una lancia a suo favore: in anni di crociere mi sono sempre trovata di fronte a personale molto qualificato e disponibile per qualsiasi problema. Costa fino ad ora mi ha fatto sempre sognare per ogni crociera che ho fatto e sono prossima (fra 15 gg) a un'altra crociera da sogno. Ciò non toglie comunque il mio sentito cordoglio alle persone scomparse e affetto a chi ha sofferto in quelle ore tremende.

Nelly Italy | Rispondi

16/01/2012 13:27:02 #

Prima di un incidente si possono fare tutte le esercitazioni di questo mondo e farle anche bene....MA....quando accade  l'incidente, prevale la fragilità umana in tutta la sua "irrazionalità". Facile commentare dopo,tutti giudici e con nervi saldi,difficile prevedere le emozioni che ti spinono a fare quello che mai avresti immaginato di fare,nel bene e nel male. Anche le compagnie di volo  fanno vedere cosa fare in caso di incidente....ma. Addolorata molto per le vittime,ovvio,ma,tutta questa gente che si indigna vorrei vederla indignarsi per tante vittime del mare di cui nessuno parla. Siamo seri

dario Italy | Rispondi

16/01/2012 15:29:27 #

Forse è un po' troppo comodo addossare la colpa esclusivamente al Comandante... Dov'erano le altre decine di ufficiali?
Anche nelle automobili da meno di 30.000 euro sono presenti dispositivi che segnalano ostacoli in retromarcia oppure correggono frenate in caso di neve... Anche sulla mia modesta barchetta l'ecoscandaglio mi segnala la presenza di qualche sardina... Non oso pensare alle avanzatissime  strumentazioni presenti a bordo... Come è possibile che non abbiano segnalato la presenza di scogli? Cosa è successo? Non hanno funzionato? Non sono state prese in considerazione da nessun ufficiale? Forse qualcosa era guasto?
Siamo semplicemente sconvolti e amareggiati... Costa è sempre stata al centro dei nostri momenti più belli...

mabele Italy | Rispondi

16/01/2012 15:50:46 #

Propongo a Costa Crociere di istituire presso la propia sede una sorta di centrale di controllo per il monitoraggio continuo di ogni posizione delle navi della flotta e di ogni comunicazione radio sulle frequenze di lavoro. In questo modo ogni Comandante saprebbe di essere costantemente sotto controllo del suo "datore di lavoro" e forse si potrebbero evitare tragedie simili.

adriano Italy | Rispondi

16/01/2012 16:55:24 #

Sul sito di CostaCrociere esiste la possibilità di visualizzare la posizione di tutte le navi e vedere le immagini delle webcam di prua e di poppa. E' stato modificato da pochi giorni, adesso si vede solo l'immagine piccola delle webcam e non c'è più la possibilità di salvarla. Forse era meglio prima.
Esistono poi altri siti tipo marinetraffic.com che ti fa vedere la posizione di tutte le navi con nome, destinazione, velocità e rotta, ovviamente quando sono in zona di copertura del segnale.

Vittorio Italy | Rispondi

16/01/2012 15:58:44 #

Chi non ha mai avuto esperienza della vita in crociera prova il sentimento della "pena" e me ne dispiaccio per lui (o per loro). Chi ha imparato a conoscere persone nuove in pochi giorni, ad aprirsi a loro, a cercarsi e a contarsi durante le escursioni; chi ha conosciuto storie, volti, sacrifici di tanti membri dell'equipaggio; chi, come me, ha vissuto l'esperienza del naufragio (Costa Europa 2010) e ha potuto vedere con i propri occhi l'impegno e la dedizione di tutto il personale, nonchè l'assistenza offerta dalla Compagnia in seguito all'incidente, sa cosa vogliono dire solidarietà, collaborazione, fiducia, rispetto. Non aver scritto il sentimento di profonda tristezza nei confronti delle vittime (o averlo scritto in un altro post), non significa non provarlo. Però non leggo sui giornali tutte queste dimostrazioni di cordoglio nei confronti delle vittime dei pirati della strada, eppure fatti incresciosi di questo tipo accadono tutti i giorni. Non serviamoci di sentimenti umanitari per altri scopi, per attaccare ingiustamente. Se io non condivido l'argomento trattato in un blog, non inserisco un mio commento, non leggo nemmeno quelli degli altri... E' giusto che ciascuno abbia le proprie opinioni, ma le deve esprimere nel rispetto di ciò che pensano gli altri, senza per questo offenderli.

Rita Italy | Rispondi

16/01/2012 16:20:32 #

Poche parole per dire che io sono con voi. Solo chi non ha mai fatto crociere con costa crociere può dire che avete sbagliato, che il personale è stato inefficiente, che mancavano i giubbotti di salvataggio che non c'erano sufficienti scialuppe..
Io posso dire che ho vissuto le mie vacanze con voi per 3 volte, poche, rispetto ad altri, ma ho avuto modo di vedere la preparazione (prove d'emergenza) che viene fatta sia con i passeggeri , sia perchè ho avuto modo di vederla, quella che viene fatta con l'ecquipaggio .
Alla fine la gente si lamenta.. di cosa? dei gioielli lasciati in cabina forse... della videocamera, o fotocamera persa..  l'equipaggio ha fatto un grande lavoro evacquando la nave e salvando quasi tutti quelli che erano a bordo.
Sono vicina alle vittime, sono vicino alla società.. vedere questo gigante ferito coricato su un lato mi fa venire gli occhi lucidi.. non che delle persone non mi importi nulla, ma purtroppo frequentando le crociere da un po' di tempo c'è da dire anche che molte persone non sono adatte per le crociere. Non sono abbastanza "educate" per capire che quando si è in 4000 non si è da soli, in ogni ambiente della nave e maggiormente in situazione d'emergenza.
Spero solo che l'azienda si ritiri su presto.. IO SONO CON VOI NON VI LASCIO... DEVO FARE ANCORA MOLTE CROCIERE.

Stefania Italy | Rispondi

16/01/2012 17:03:36 #

ho appena sentito le parole del presidente della Costa crociere e ho visto il suo dolore sincero per l’accaduto di questo tristissimo incidente, e anche se sembra banale ma io in questo momento mi sento amico di costa crociere,( ho appena terminato un viaggio con la costa mediterranea sulle isole del caribe verde con partenza il 26 dicembre 2011 il mio nr. di prenotazione:10643157 nr. di cabina 5265), e voglio dare tutta la mia solidarietà alla società Costa Crociere per il brutto incidente accaduto.
Sarò sempre un vostro affezionato cliente, e vi auguro di tutto cuore i migliori successi per il futuro che vi riserva.
Jeffrey Angelo Rossini Lugano

jeffrey angelo rossini Switzerland | Rispondi

16/01/2012 17:36:33 #

Come mai non si usano i veicoli di esplorazione subacquea, come i ROV, per esplorare il relitto??

pandosiaricerche Italy | Rispondi

16/01/2012 21:34:35 #

Come mai la Concordia non è più presente nell'elenco delle navi Costa?
E' già stato definitivamente deciso il suo destino? Che male c'era se qualcuno andava ancora a visitare virtualmente i suoi interni? Durante la mia prima crociera, proprio su questa nave, ho stretto amicizia con una famiglia e, a distanza di sei anni, anche se non abitiamo vicini, ci sentiamo ancora, proprio come abbiamo fatto questa sera. Ringrazio Costa Concordia per avermi regalato questa amicizia e tantissime altre, con persone di ogni età, di ogni nazionalità e con "qualifiche" differenti: passeggeri, fotografi, camerieri, barman, animatori, cuochi, direttori di crociera,guide turistiche...

Rita Italy | Rispondi

17/01/2012 00:46:07 #

Io il 2 febbraio quindi tra pochi giorni dovevo fare la mia prima crociera " tanto desiderata" insieme a mio marito e mia figlia di due anni sulla costa concordia,sono tre mesi che vedo su internet la splendida nave che è...e quel sabato mattina vedendola accasciata come un grande pesce arenato mi ha fatto impressione. Il centralino di costa crociere mi ha detto che  o mi rimborsavano i soldi o mi mettevano su un altra nave disponibile. Adesso sono confusa,ho paura...non hanno parlato tanto bene in questi giorni della costa crociere. PS: DOVEVO FESTEGGIARE LI SOPRA I MIEI 30 ANNI.

agata Italy | Rispondi

17/01/2012 11:45:26 #

Ciao Agata, comprendo il tuo stato d'animo e le tue paure perché l'incidente della Concordia è stato clamoroso e quasi impensabile per una compagnia così importante ma credimi io partirò tra 15 gg con Costa (per la sesta volta) e sono tranquillissima. Ho fatto molte esercitazioni e con questo non voglio dire che posso farle a occhi chiusi, la mia sicurezza nasce dal fatto che ho trovato sempre serietà e competenza in queste simulazioni da parte di tutto il personale (ci sono anche camerieri e personale non graduato che partecipa al raduno degli ospiti sui ponti o nei luoghi di raduno dove appunto vengono effettuate queste preparazioni). Purtroppo in questo incidente il personale ha fatto tutto quello che era per loro possibile per trarre in salvo i passeggeri (pensiamo a 4.000 persone e gestirle tutte mentre prevale il panico: penso che anche per chi è abituato a queste esercitazioni di evacuazione non è semplice)l'errore più grave lo sappiamo ormai tutti da chi è stato generato ed è per questo che la mia fiducia per Costa non è scemata, la loro pluriennale esperienza, la preparazione del personale di bordo e la qualità alta dei loro servizi fanno di questa azienda la nostra Bandiera Nazionale del turismo marittimo.

Nelly Italy | Rispondi

17/01/2012 15:56:47 #

Cara Agata, ho 18 crociere alle spalle, di cui 17 con Costa. Sabato 14 avrei dovuto imbarcarmi con la Concordia a Savona, ma non ho potuto... ho passato un weekend di profonda angoscia per ciò che è successo, per i morti ed i dispersi. Ti posso confermare (e lo posso confermare a tutti i lettori del blog) l'altissimo standard qualitativo del servizio e del personale Costa. L'esercitazione di emergenza (obbligatoria) viene seguita anche da personale "non marinaio" (il cabinista, la parrucchiera...) perchè anche loro sono formati ad operare in caso di emergenza. I giubbotti di salvataggio sono IN SOVRANNUMERO rispetto alla massima capienza dei passeggeri della nave, ed persino sopra le porte c'è scritto (in inglese) attenzione alla testa... Se fosse idealmente possibile, occorrerebbe "formare" i passeggeri, perchè in tante crociere ho visto troppa gente comportarsi come se non si rendessero conto di essere su una nave, e le ho viste in situazioni di normalità e divertimento, non certo in situazioni di emergenza...
Sono d'accordo con quanto detto da Nelly. Superata la paura, potrai festeggiare almeno i 31 a bordo.
Per ciò che mi riguarda, un mese fa ho comprato una crociera Costa che parte il 6 agosto di quest'anno, e non ho intenziona di disdettarla.
Ciao, un abbraccio.

p.s.: ti chiami come la madrina del mio bimbo, conosciuta per caso nel 2004 sulla Costa Fortuna....

skifatterunz Italy | Rispondi

17/01/2012 08:51:55 #

Il mio primo pensiero va alle famiglie delle vittime di questa sciagura che si poteva evitare. Le vittime potevano essere di più, quindi nella disgrazia c'è comunque una buona notizia.
A distanza di qualche giorno stanno saltando fuori video fatti dai passeggeri... Mi domando: ma non avevano altro da fare? Sei nella lancia e ti metti a filmare col telefonino?
Il mio secondo pensiero va all'equipaggio. In poche ore la nave è stata evacuata. Un personale impreparato non riuscirebbe in un'impresa del genere.
Il mio terzo pensiero va a Costa Concordia, vittima anche lei di questa tragedia.
Il mio ultimo pensiero va all'azienda. Tanto, troppo fango in questi giorni le è stato versato addosso. Costa è un'azienda italiana, con sede in Italia, con navi costruite e registrate in Italia, che battono bandiera italiana e che portano l'eccellenza italiana per il mondo. Come non essere fieri di tutto ciò?

Claudio Pilia Italy | Rispondi

19/01/2012 22:18:22 #

Costa fa parte del gruppo Carnival Cruise, altro che italiana...

Ste Italy | Rispondi

21/01/2012 20:40:54 #

E quindi? Se è per questo Costa gestisce anche Iberocruceros e Aida Cruises, rispettivamente una compagnia spagnola e tedesca, che restano comunque spagnola e tedesca, anche se controllate da un'azienda italiana.
Adoro queste parole dette tanto per dire qualcosa...

Claudio Pilia Italy | Rispondi

17/01/2012 10:23:29 #

Sono affranta per questa enorme sciagura, anzitutto per le vittime e per i loro familiari ed amici, e, secondariamente, per la Vs. Compagnia, encomiabile per grande professionalità. Ho viaggiato con Voi in luglio sulla Costa Favolosa ed è stata la vacanza più bella della mia vita. Non ero mai stata in crociera e, per me, è stato come vivere una favola (non per altro la nave si chiamava "Favolosa"...). Sono stata trattata copme una principessa, ho mangiato benissimo ed ho apprezzato la cura anche dei minimi particolari. personale di bordo preparato e cortese. Consumazioni sulla nave per nulla costose. E all'arrivo al porto di Bari, ho davvero pianto, proprio come nella Vs. pubblicità, perché non volevo tornare alla vita reale. Ho nostalgia di quei giorni, ho decantato a tutti i miei conoscenti la bellezza e la gioia di viaggiare con Voi e spero di essere di nuovo Vs. ospite la prossima estate perché non è giusto che siate Voi a pagare le colpe di un idiota con manie di onnipotenza.
Ovviamente, in questo momento, la speranza è che possano essere ritrovate altre persone vive. Prego per loro.
Con affetto.
Assunta

assunta Italy | Rispondi

17/01/2012 16:56:13 #


che DIO vi perdoni........................per il disastro che avete compiuto

andrea Italy | Rispondi

17/01/2012 20:03:01 #

questo terribile incidente ha già messo in crisi la compagnia ma io nn rinuncerò a continuare a viaggiare con voi.
mando un caloroso abbraccio ai familiari (italiani o no) dei naufraghi dispersi.
Con affetto.
Andri.

andri Italy | Rispondi

17/01/2012 21:29:41 #

Sento la necessità di esplicitarvi la soddisfazione provata nelle varie crociere sulle vostre navi. Ho ripetutamente riscontrato alta professionalità, cortesia e competenza del personale di bordo, servizi adeguati alle mie esigenze e elevati standard di confort e sicurezza. Il drammatico episodio verificatosi negli scorsi giorni non cancella la fiducia che ho nella Costa crociere, pur nel cordoglio per le vittime e per tutti coloro che hanno subito il grave trauma, mi ripropongo di viaggiare al più presto di nuovo su una vostra imbarcazione.

remo Italy | Rispondi

17/01/2012 22:00:03 #

Per me questa estate e' stata la terza crociera. Ho viaggiato a bordo della magnifica "costa concordia". Come al solito tutto lo staff e' stato in grado di soddisfare ogni nostra esigenza, di illustrarci in modo dettagliato le procedure in caso di naufragio. Tutti i passeggeri hanno l'obbligo di consegnare al personale durante l'esercitazione  una carta inerente l'effettiva presenza. Non penserei minimamente di cambiare compagnia avendo toccato con mano per più volte la serieta' e l'impegno dell'equipaggio. Distruggere l'impegno di una vita di questi ragazzi da parte dei media non e' ammissibile. Ho prenotato una nuova crociera con costa mediterranea e non ho la minima intenzione di annullare pur viaggiando con un figlio piccolo. Ho piena fiducia in "costa". Buona fortuna Foschi! Forza e coraggio. La vigliaccheria e l'imprudenza del singolo non deve ripercuotersi sull'azienda. Perché non si fa tutto questo chiasso per un aereo che precipita? Come paragonare l'episodio del "Titanic" a quello della "costa concordia", quanti si sono salvati sull'una e quanti sull'altra? Quante tratte l'una e quante l'altra? 4200 persone non sono facili da controllare per l'evacuazione. Tanto di cappello all'equipaggio. In merito al passaggio di queste grandi navi nelle immediate vicinanze della costa, penso che con gli attuali strumenti in possesso si riesca ad individuare anche la più piccola bagnarola nelle vicinanze, e' la negligenza umana a prevalere in queste circostanze.

cristian Italy | Rispondi

22/01/2012 18:44:35 #

Il massimo cordoglio per le vittime e le loro famiglie, tristezza nel vedere una nave adagiata come un animale agonizzante. Perchè un mitomane ci ha regalato tutto questo? Ho fatto due crociere con Costa, con famiglia, figli piccoli, l'ultima a novembre scorso. Ho trovato un ambiente ottimo e un equipaggio serio, efficace ed efficente; le prove di emergenza seguite con attenzione e imposte giustamente a tutti i passeggeri. Mio figlio più piccolo piangeva ma nessuno mi ha autorizzata a togliergli il giubbotto o ad andarmene. Una navigazione effettuata in tutta sicurezza anche nella nebbia più fitta dell'Adriatico. E' triste vedere come il circo mediatico stia 'affondando' una bella società e tutti i suoi dipendenti che lavorano con impegno e dedizione.

Elisa Italy | Rispondi

18/01/2012 02:29:25 #

Un uomo che affonda un colosso galleggiante di quella portata.......da rinchiuderlo e gettar via le chiavi,senza scusanti;già è a casa,siamo alle solite.Per non parlar della m.... che ha messo in faccia alla cittadina di Meta Di Sorrento,che sfoggia marinai e uomini di servizio navale in quantità illimitata,un cioccolatino avariato nella fabbrica del cioccolato.....

massimo Italy | Rispondi

18/01/2012 16:34:18 #

Ma chi si fida a navigare con voi? Chi si fida a navigare su un mostro di quelle dimensioni sapendo che un qualsiasi sbruffone puo' fare manovre azzardate?
Forse non vi rendete conto che vi e' sempre andata bene FINORA.
Ci voleva questo incidente, per aprire gli occhi a noi che ci fidavamo di compagnie come la vostra.
A me ha dato la conferma dell'inaffidabilita' degli italiani e della pressapochezza di queste usanze quasi tribali, mafiose, terrone (non nel senso di meridionali).
Mi avete confermato che faccio bene a disertare le crociere!

Ste Italy | Rispondi

18/01/2012 21:02:10 #

Ma smettila Ste!!!Come puoi giudicare se come dici"hai sempre disertato le crociere??!!

mauro Italy | Rispondi

19/01/2012 22:12:30 #

Ho guardato le rotte e ho visto le foto e inoltre non credo assolutamente che sia possibile mettere in salvo tutti su navi cosi' grandi.
Posso giudicare benissimo, visto che questa usanza di navigare troppo vicino alla costa e' ben consolidata e pericolosa.
E infatti si e' visto.

Ste Italy | Rispondi

20/01/2012 18:37:19 #

Infatti incidenti così accadono tutti i giorni!!!!!Finiamola qui...il problema è che questa tragedia fa scalpore, mentre la nonna con il bambino investita da un disgraziato sulle strisce pedonali il giorno seguente non la ricorda più nessuno.

mauro Italy | Rispondi

19/01/2012 09:35:50 #

Credo che tu faccia bene allora anche a disertare aerei, treni, autobus ecc perchè errare è umano e può succedere a tutti, in qualunque situazione e in qualunque parte del mondo...

Eleonora Italy | Rispondi

19/01/2012 22:15:22 #

Eleonora, sei parente del comandante?

Ste Italy | Rispondi

19/01/2012 14:15:37 #

Chi si fida a volare su un aereo sapendo che un qualsiasi pilota può sbagliare manovra e precipitare (e nel caso il numero di sopravvissuti è ZERO)?
Chi si fida a viaggiare su un treno alta velocità, sapendo che il macchinista può non vedere o ignorare deliberatamente un segnale o viaggiare oltre la velocità consentita (ti ricordo che sei a 300 km/h, pensa a quanti si salverebbero....)?
Chi si fida ad andare in macchina per strada, sapendo che ci sono ubriachi/drogati/gente che ha un colpo di sonno alla guida degli altri mezzi e ci può tamponare? (cinque morti a Roma ieri investiti da un camion)
Fossi in te, oltre a far bene a disertare le crociere, non uscirei nemmeno più di casa: non si sa mai......

skifatterunz Italy | Rispondi

19/01/2012 22:14:37 #

Ah ah ah. Molto spiritoso.
Diciamo che le cose che si possono evitare, si evitano.
E qui, mettiamocelo bene in testa, NON e' stato un incidente.
E' MOOOOLTO diverso.

Ste Italy | Rispondi

18/01/2012 16:52:00 #

Io penso k voi possiate perdere molti clienti.. Vi posso suggerire magari di promuovere a prezzi più bassi le vostre crociere, così da riprendervi.. Almeno anch'io k nn ho possibilità economiche, potrò parteciparvi..!

Giada Italy | Rispondi

18/01/2012 22:07:25 #

sono rammaricato e angosciato per la perdita delle persone durante e dopo il naufragio della Concordia ma ribadisco che sono un crocerista Costa dal 2000 e continuerò a navigare con Costa ancora per molte altre volte in quanto sono convinto che la Compagnia non abbia alcuna responsabilità dell'accaduto e che se anche sapeva di certe "scelte" del capitano della nave,era consapevole di avere un ottimo Capitano al comando della nave e che fosse responsabile delle sue azioni nel non mettere in pericolo gli ospiti/passeggeri, poi il destino ci ha messo lo zampino e purtroppo sappiamo tutti come è finita ....... vorrei solo che la gente che segue questa drammatica vicenda non ascoltasse troppo la stampa ma anche le info ufficiali di Costa .......Costa Forewer

luciano Italy | Rispondi

18/01/2012 23:38:52 #

Questo è un punto di partenza. L' inizio di un nuovo ciclo di vita. E' accaduto qualcosa che insegnerà qualcosa a tutti. Nulla accade per caso. Un mezzo di trasporto così grande, col suo peso e quello di tutto ciò che è a bordo, soggetto a tante variabili (correnti marine, manovre...), può subire uno sbandamento nella sua rotta senza poterne avere il pieno controllo. L' incontro di circostanze che hanno portato la nave a questo disastro. Visto, per fortuna, che non è un accadimento così frequente, possiamo ergerci giudici nei confronti di un uomo, o meglio della sua mente, come il comandante Schettino? Ben sappiamo e ce ne dimentichiamo che una mente affronta meglio un accadimento così pesante emotivamente solo con l' esperienza. Dato che la sua frequenza non è costante, come allenarsi mentalmente ad affrontarla? Con la simulazione. Non è assolutamente la stessa cosa. Manca una variabile non facilmente controllabile. LA PAURA. Non sappiamo i meccanismi inconsci della mente del comandante. Ha pensato solo alla propria sopravvivenza. Si è completamente distaccato dal suo ruolo  e dal compito richiesto in questi casi. Sotto shock, ha cercato scuse nei confronti dell' Ufficiale del porto che lo incitava a ritornare sulla nave. Era come un bambino impaurito. E' una persona che va assolutamente aiutata ad elaborare lo shock. Per Costa Crociere un momento storico per lanciare un nuovo messaggio. E' arrivato il momento di cambiare qualcosa. E' impensabile un qualsiasi cambiamento senza il prezzo del travaglio. Lasciamo stare i mezzi di comunicazione che vivono e ci marciano sulle disgrazie (per fare più audience) e i pensieri della gente. Vi è un morboso desiderio inconscio di scoprire lati oscuri e debolezze altrui. E' sbattiamo il mostro in prima pagina. Siamo così sicuri delle nostre reazioni se fossimo stati al posto del comandate Schettino? E' così facile ammazzare i nostri sogni con i nostri stessi pensieri. Continuate a farci sognare con le vostre meravigliose crociere!!!

giuseppe Italy | Rispondi

19/01/2012 09:30:11 #

Io ho fatto il viaggio di nozze con voi,della Costa Crociere, anche se quasi 15 anni fà. Siamo stati accolti in modo splendido, con professionalità e cortesia, con sorrisi e gentilezze che erano sinceri, a partire dal capitano, Massimo, se non sbaglio, Gambarino, ai camerieri del tavolo al ristorante con cui abbiamo fatto una foto che è fra i nostri ricordi più cari della crociera.
Tutti sono consapevoli di cosa significa per tutti gli operatori della Costa la perdita di quelle vite umane e ne porteranno anche nel cuore il peso. Ma io, per quello che ho visto negli occhi di tutti quelli dell'equipaggio al lavoro e per l'esperienza vissuta, non posso che dispiacermi non solo per le vittime ma anche per tutti coloro che lavorano per la Costa e essergli vicina col pensiero.
Ho sempre fatto elogi su quanto vissuto, a chi conoscevo, consigliando tutti di provare: lo farò ancora e se possibile, riproverò l'esperienza io stessa, in totale fiducia.

Eleonora Italy | Rispondi

19/01/2012 19:39:11 #

Solidarietà alle famiglie delle xsone scomparse. Voglio dire di non mollare. Se si ragiona in certi modi, il treno deraglia, l'aereo cade, l'auto sbatte e la casa può crollare!!!!

Piero876 Italy | Rispondi

20/01/2012 13:04:28 #

Il prossimo giugno con mia moglie e le nostre due figlie partirò per la sesta volta con Costa e credo che sarà una crociera meravigliosa come le altre ho piena fiducia in Costa mi dispiace di quanto è successo non scoraggiatevi chi ha viaggiato con voi può testimoniare la vostra professionalità e il vostro impegno un saluto Massimo

massimoA Italy | Rispondi

20/01/2012 14:40:42 #

Vorrei solo dire che il turista crocerista dovrebbe essere preparato per un eventuale incidente ancora prima di partire dal porto.Sentendo le cronache di coloro che si sono trovati nella circostanza di abbandonare la nave non sapevano nemmeno dov'erano i salvagente.
Quindi io credo che noi turisti dovremmo essere pronti per delle emergenze prima di partire e non il giorno successivo all'inizio del viaggio.

Anna Maria Italy | Rispondi

20/01/2012 19:22:05 #

Due meravigliose crociere con voi, a settembre partiamo per la nostra terza. Vogliamo esprimere tutta la nostra solidarietà sia ai familiari delle vittime di questa terribile sciagura, sia alla vostra compagnia che da sempre per noi è sinonimo di cortesia e di grande professionalità. Con Costa per sempre! Giada e Ray

Giada Angelini Italy | Rispondi

20/01/2012 19:52:44 #

Basta gettare fango sul Comandante, l'hanno coperto di vergogna senza sapere nulla, solo ascoltando una telefonata che lascia il tempo che trova. Che ne sanno i giornalisti dell'esperienza, della perizia e delle capacità che deve possedere un uomo per governare quel bestione?
Ho avuto il privilegio di viaggiare una settimana sulla Costa Magica con la mia Signora, è stata un'esperienza meravigliosa. Il nostro Comandante si chiamava Roberto Garbarino, ho visto fare delle manovre difficilissime, come approdare a La Valletta proprio a fianco della "Concordia", loro due, erano grandi quasi come il porto.  La fatalità può succedere, ovunque. Ricordiamoci tutti che il Comandante Schettino avrà pure commesso una leggerezza che è costata la vita a molte persone, però dopo la manovra azzardata, ha portato la nave quasi a riva e ha permesso con tutto il suo equipaggio a 4200 persone di salvarsi e tornare a casa, peccato che alcune di queste poi abbiano detto di lui tutte quelle cose infamanti. Provo molto dispiacere per le persone che non ce l'hanno fatta, ma non giudichiamo, lasciamolo fare a chi ha gli elementi in mano per farlo e fintanto che che non ci sarà più un "ragionevole dubbio" cerchiamo anche di essere solidali con chi in questo momento sta vivendo un inferno, ricordandoci che se Francesco Schettino ha avuto il comando di una nave così, non è ne uno sprovveduto, ne un pivello, ma sicuramente una persona di grande capacità e provata esperienza. Coraggio comandante.....
Teo Sartori

SARTORI TEODORO Italy | Rispondi

10/03/2012 16:51:42 #

Quello che stai dicendo,Teodoro,è assurdo. 20 persone valgono come 4000 o di più. Chi sbaglia deve pagare. Chi ha sbagliato tanto,paga tanto,chi ha sbagliato poco,paga meno. Se la gente che sbaglia non pagasse,diventeremmo come gli animali,una giungla. Mettiti nei panni di chi quella notte è morto.....

Gloria Italy | Rispondi

21/01/2012 15:27:11 #

veramente vicini ai parenti delle vittime,
ma dopo tanti anni di Costa ci vorrà
del tempo per riacquisire la fiducia nella
compagnia che dovrà spiegare molte cose
e molti comportamenti......
valuteremo quando tutto sarà più chiaro
per il momento solo dolore e rabbia.
mi piacerebbe sapere se a bordo delle navi
si continua a festeggiare.............

nikal56 Italy | Rispondi

21/01/2012 15:46:47 #

Non sono d'accordo con tutto questo buonismo evidenziato in alcuni post nei confronti di Schettino, della compagnia ecc.., come non sono d'accordo con le acclamazioni di "santo subito" nei confronti di De Falco, definito un eroe. Eroe? Ma eroe di cosa?. Direi piuttosto che è un uomo, ma sopratutto un ufficiale il quale, nell'esercizio delle sue delicatissime funzioni, svolge ed ha svolto bene il suo dovere. Un plauso alla sua professionalità ed al fatto che si guadagna (e non ruba) lo stipendio.
Tornando a Schettino :
Giuseppe scrive " Siamo così sicuri delle nostre reazioni se fossimo stati al posto del comandate Schettino? ",
aggiunge Teodoro "Ricordiamoci tutti che il Comandante Schettino avrà pure commesso una leggerezza (sic) che è costata la vita a molte persone, però dopo la manovra azzardata, ha portato la nave quasi a riva e ha permesso con tutto il suo equipaggio a 4200 persone di salvarsi e tornare a casa,".
Gli errori di chi esercita il mestiere di un comandante di una nave, ma (ad esempio, indicativo ma non certo esaustivo)anche  quello di uno che fa il chirurgo in sala operatoria o di un autista di autobus con una scolaresca a bordo, non sono scusabili, qualora non appartengano a quegli errori che siano riconducibili alla sorte avversa (per il chirurgo un black out elettrico nel bel mezzo di un trapianto di cuore, per l'autista di autobus una frana della montagna che investe il suo mezzo, per il comandante di una nave un cedimento strutturale della carena nel bel mezzo dell'oceano, ecc..).
Non dobbiamo domandarci se noi al posto di Schettino avremmo avuto le giuste reazioni oppure no! non è importante ma ammettiamo pure che non le avremmo avute. Noi non facciamo nessuno dei mestieri succitati! Cosa vuol dire questa tolleranza "da feste natalizie"? che è scusabile il fatto di essere incappato a 15 nodi (velocità mostruosa per una nave di quella stazza, in vicinanza di una costa) in una secca segnalata su ogni carta nautica dalla notte dei tempi? che non è censurabile il fatto che, nonostante avesse tutto il tempo di (guardando una semplice carta nautica) decidere dove arenarsi volontariamente per mettere 4000 persone in sicurezza (oltre alla nave, non dimentichiamolo) non lo abbia fatto? che non conta nulla il fatto che la nave si sia incagliata da sola, nuovamente in un'altra secca, cosicchè l'inclinazione non fosse controllabile (essì, perchè se fosse vero - ma non lo è -  che Schettino volontariamente abbia fatto incagliare la nave in una altra secca al posto di farla incagliare a riva, sarebbe da fucilare seduta stante, perchè in tal caso avrebbe voluto dire che poteva manovrare e che i motori funzionavano)? e che è ininfluente il fatto che non sia rimasto a bordo per dirigere le operazioni di sbarco ed abbandono? No, Schettino non è scusabile e se il problema è derivato dal fatto che , dopo il "guaio", lo Schettino è andato in panico, allora vuol dire che la società Costa deve sottoporre a test psicologici che confermino la tenuta psichica di chi ha responsabilità del genere. Da uomo amante del mare e della navigazione responsabile, con 35 anni di esperienza in qualità di skipper -"comandante"- di imbarcazioni da diporto maggiormente per diletto ed a volte per mestiere, non posso accettare affermazioni del genere.

Stefano Italy | Rispondi

10/03/2012 16:54:39 #

Bravo Stefano.

Gloria Italy | Rispondi

21/01/2012 19:57:03 #

Io penso che le indagini chiariranno tutto, ma quello che mi sento di dire come amante del mare e orgogliosa che Costa batta la bandiera italiana è che in questa situazione ho intravisto parecchie opacità da parte della Costa stessa quando, incvece, c'era bisogno di trasparenza da parte della compagnia. E' vero che i processi in TV sono bruttissimi ma è anche vero che i clienti o possibii clienti,  non sono rimasti con la sensazione di quella "pulizia " che Costa ha sempre sbandierato. Peccato.

Alessandra Castelli Italy | Rispondi

21/01/2012 23:51:01 #

  Vogliamo finire con tutto questo gettare fango. Poteva succedere a chiunque, a qualsiasi nave di qualsiasi altra società ma purtroppo è successo a Costa e ciò fa notizia così siamo sviati da quello che ci stanno preparando a livello politico.
  Ho letto tanti scritti in merito alla Concordia ma ........ quanti super esperti, tutti grandi navigatori che sanno tutto del mare. Ma, fra i tanti, due mi hanno colpito di più: il primo non lo commento la VERGOGNA!!!!!! è solo di chi lo ha scritto e non sa neanche cosa; nell'altro, se l'autore si leggeva tutta la storia del Titanic capiva che cos'è un errore umano (del Comandante e del proprietario della compagnia perché non si naviga con segnalazione di ghiacci a ben oltre 24 nodi, con propulsione a macchina alternativa e con le vedette senza neanche un binocolo).
   Inoltre, a parte uno scritto di ufficiale di coperta non ho notato altri di persone che hanno lavorato sul mare; ma e vero oggi in Italia nessuno vuole più fare tale tipo di lavoro. Però sempre pronti a criticare chi opera nel settore solo perché sono persone che provengono da altri Paesi del Mondo e che consideriamo sottosviluppati; ma non è così e sono più in gamba di tanti italiani e ricordiamoci che è grazie al loro impegno che noi possiamo andare a divertirci sul mare altrimenti ........ a cosa servirebbero le navi bianche.
  Però, numerosissimi ed io e mia moglie compresi e seppure tutti con la mente rivolta alle vittime che nessuna ricompensa potrà riportare alle loro famiglie, hanno riconfermato la loro solidarietà, simpatia e fiducia a Costa e se lo merita perché anche per loro è stato un brutto colpo. Ma ciò si ripercuoterà su tutto il comparto del turismo sul mare.
  Costa ha circa 25 mila dipendenti, scuole di formazione in tutto il mondo, ecc., ma attorno ad essa ne lavorano quasi altri 80 - 90 mila, le sue navi sono iscritte al compartimento marittimo italiano, portano la bandiera italiana e, naturalmente, pagano le tasse all'Italia (e ricordate che è l'unica)usano prodotti italiani; poi è la prima in Europa, ha ricevuto molti riconoscimenti internazionali che non si comprano ma si devono duramente guadagnare. Inoltre incide per quasi il 5 per cento sul prodotto interno lordo.
    Allora che dire BRAVISSIMI AI DENIGRATORI ...... distruggiamola tanto non vi lavorano italiani, eccetto Ufficiali e qualcuno del personale.
  A bordo di ogni nave esiste, del personale che è preparato più specificatamente (possono essere 10 o 100 dipende dalle necessità ed è obbligatorio averlo; normalmente, da quello che io ricordo perché negli anni 60 ho fatto parte di queste squadre, tutti volontari e la preparazione supplementare era eseguita dopo il normale orario di lavoro che a bordo non è poco) e addetto a particolari servizi di pronto intervento. Però tutto il personale viene addestrato con grande capacità professionale. Nei 22 anni che faccio crociere con Costa ho avuto modo, diverse volte, di assistere spiegando a mia moglie le varie fasi, alle loro esercitazioni e tutti partecipavano con grande serietà e diligenza. Invece, di come partecipano (ma per fortuna non tutti) i passeggeri nell'unica (ora nelle crociere di 10 giorni o più sono obbligatorie due) esercitazione fatta con loro, soprattutto per loro e per la loro sicurezza, e meglio non parlare e mettere una pietra sopra. Un'esercitazione di sicurezza non è un gioco o una perdita di tempo o una foto da mostrare agli amici. Lo abbiamo visto sulla Concordia: quasi tutti nel panico e anche se la nave aveva più di mille persone di equipaggio per questi non è stato cosa semplice gestire quasi 4 mila che non ragionavano più. E' facile poi trovarsi sani e salvi a terra: ma come ci si è arrivati, e qui mi rifaccio a quanto scritto dall'operatore turistico del villaggio in Puglia andato a fuoco, davanti ai giornalisti solo espressioni di critica ed incapacità e neanche un grazie. Non parlo poi di coloro che hanno fatto i filmati: dovrebbero vergognarsi a bordo di una nave (ma così anche in altri casi dove tante persone, comunque mai tutte per fortuna, sono prese dalla paura) anche i passeggeri che sono in condizioni di farlo, devono aiutare.

Peter Italy | Rispondi

22/01/2012 00:55:26 #

Per mia esperienza ho fatto una crociera con la vs nave Atlantica 10 anni fa in occasione del mio viaggio di nozze e non  è stata un'esperienza antastica come avrebbe invece dovuto esserlo. Probabilmente sono cambiate le normative ma io ricordo perfettamente che l'esercitazione venne fatta verso la fine della crociera e NON entro 24 ore dal giorno dell'imbarco! Inoltre il personale che parla pochissimo (se non per nulla) l'italiano non mi è stato di nessun aiuto durante il mio periodo di malattia (NON sono riuscita ad avere un piatto di riso in bianco come prescritto dal medico di bordo!)

Per la mia esperienza non mi meraviglio di quanto successo e me ne dispiace molto! sicuramente non avrei più fatto una crociera con Costa crociere, ora come ora sicuramente non farò più una crociera con nessuna compagnia.

Michela Italy | Rispondi

22/01/2012 22:45:29 #

Voglio dire VERGOGNA ai turisti che questo fine sett sono andati sull'isola del Giglio, addirittura farsi fare la foto con alle spalle la nave. VERGOGNA. Statevene a casa. Anch'io vorrei andarci, ma per salutare la nave e stare vicono a chi ha bisogno, e per rispetto ai parenti dei defunti, ai dispersi e alle loro famiglie e di chi ha vissuto questa sventura non vado. Questi sono andati solo per curiosità di vedere la sofferenza e poterla raccontare da "ganzi". Vergogna

gianna Italy | Rispondi

26/01/2012 13:50:08 #

Io rientro nella categoria di coloro che erano intenzionati a fare una crociera a breve ed ora ci penseranno 10 volte prima di effettuarla sul serio.
Capisco che gestire le emergenze in situazioni di panico sia praticamente impossibile e, certamente, possa considerarsi un "successo" riuscire a trarre in salvo la maggioranza delle persone; Certo è che mi sembra assurdo che nel 2012, con tutte le strumentazioni di cui può essere dotata una città galleggiante, nessun allarme sia scattato, nessuna persona (perché mi rifiuto di pensare che in una plancia di comando di una nave ci potesse essere solo Schettino, ammesso che ci fosse...) si sia accorta di dove stavano andando ma, soprattutto, cosa stesse accadendo quando si sono aperti 70 metri di nave per non dare subito l'allarme.
Ci rendiamo conto che per capire che non si poteva nascondere la polvere sotto il tappeto ci han messo un'ora!??!. Quando al lavoro da me scatta un singolo sensore antincendio la sirena stacca i timpani a chiunque sia in tutto il fabbricato!!. Nella Concordia vigeva il silenzio più assoluto?.
Sappiamo bene che alla fine quello che resterà col cerino in mano è uno solo ma in questo specifico caso, a mio avviso, le mancanze sono state molteplici e quella che pensavo fosse una compagnia di navigazione seria, competente e responsabile purtroppo non si è rivelata essere tale. Vuoi vedere che nessuno controlla le rotte effettivamente percorse dalle navi? il mio telefono di 99 euro mi localizza in ogni dove e nessuno qui seguiva su uno schermo di pc dove poteva esser sta nave con "solo" 4000 persone all'interno?? O le rotte che aveva percorso in precedenza? Vedi i vari "inchini" fatti...
Onore a tutto il personale che si è dato da fare per aiutare i passeggeri e coordinare l'emergenza, ma mi auguro che tutti quelli che se la son data a gambe siano chiamati a rispondere delle loro mancanze e che chi sà come sono andate veramente le cose smetta di continuare a negare l'evidenza. Forse la sincerità premierebbe. Anche in termini di futuri possibili ospiti.

Gloria Italy | Rispondi

26/01/2012 15:18:33 #

Approvo con ciò che è stato detto. E non perchè e facile rispondere così, ma perchè con la tecnologia che abbiamo non è possibile vedere una nave di quelle dimensioni ridotta in queste condizioni. Si pensi agli strumenti di bordo che ha anche un aereo. Se viene a trovarsi in avaria ci si accorge subito, perchè una nave no?
Sicuramente si sottovalutata tutta la situazione.

Anna Maria Italy | Rispondi

10/03/2012 17:01:36 #

Ciao a tutti,siamo tanti e chiacchieroni! Io vado sulla Atlantica,che ha appena vinto un premio per la qualità,se ho capito bene! La perfezione non esiste,ma la gente che si impegna il più possibile,si! Meglio sempre essere modesti,così se riusciamo a dare di più,si noterà meglio! Ciaoooo

Gloria Italy | Rispondi

Aggiungi commento




  Country flag
biuquote
  • Commento
  • Anteprima
Loading







InEvidenza

Tag

Commenti recenti

Comment RSS

Archivio

Le foto del "C" Blog

Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  
4 famosi ristoranti firmano
i Menù delle Feste
  • 4 famosi ristoranti firmano i Menù delle Feste
  • 4 famosi ristoranti firmano i Menù delle Feste
  • 4 famosi ristoranti firmano i Menù delle Feste
  • 4 famosi ristoranti firmano i Menù delle Feste
  • 4 famosi ristoranti firmano i Menù delle Feste
  • 4 famosi ristoranti firmano i Menù delle Feste
  • 4 famosi ristoranti firmano i Menù delle Feste
  • 4 famosi ristoranti firmano i Menù delle Feste
  • 4 famosi ristoranti firmano i Menù delle Feste
  • 4 famosi ristoranti firmano i Menù delle Feste
  • 4 famosi ristoranti firmano i Menù delle Feste
  • 4 famosi ristoranti firmano i Menù delle Feste
  • 4 famosi ristoranti firmano i Menù delle Feste
  
Nella terra dei ghiacci
  • Nella terra dei ghiacci
  • Nella terra dei ghiacci
  • Nella terra dei ghiacci
  • Nella terra dei ghiacci
  • Nella terra dei ghiacci
  • Nella terra dei ghiacci
  • Nella terra dei ghiacci
  • Nella terra dei ghiacci
  • Nella terra dei ghiacci
  
Grandi città del Baltico
  • Berlino - Eastside
  • Berlino - Eastside
  • Berlino - Eastside
  • Berlino - Eastside
  • Berlino - Eastside
  • Berlino - Veduta città
  • Berlino - Veduta città
  • Berlino - Veduta città
  • Berlino - Veduta città
  • Berlino - Veduta città
  • Berlino - Veduta città
  • Berlino - Veduta città
  • Berlino - Veduta città
  • Berlino - Veduta città
  • Berlino - Veduta città
  • Berlino - Veduta città
  • Berlino - Veduta città
  • Berlino - Veduta città
  • Berlino - Olocausto
  • Berlino - Olocausto
  • San Pietroburgo - Ermitage
  • San Pietroburgo - Ermitage
  • San Pietroburgo - Ermitage
  • San Pietroburgo - Ermitage
  • San Pietroburgo - Ermitage
  • San Pietroburgo - Ermitage
  • San Pietroburgo - Ermitage
  • San Pietroburgo - Peterhof
  • San Pietroburgo - Peterhof
  • San Pietroburgo - Peterhof
  • San Pietroburgo - Peterhof
  • San Pietroburgo - Peterhof
  • San Pietroburgo - Peterhof
  • San Pietroburgo - Peterhof
  • San Pietroburgo
  • San Pietroburgo
  • San Pietroburgo
  • Stoccolma
  • Stoccolma
  • Stoccolma
  • Stoccolma
  • Stoccolma
  • Stoccolma
  • Stoccolma
  • Stoccolma
  • Stoccolma
  • Tallin
  • Tallin
  • Tallin
  • Tallin
  • Tallin
  • Tallin
  
Inaugurazione Palazzo Costa
  • Inaugurazione Palazzo Costa
  • Inaugurazione Palazzo Costa
  • Inaugurazione Palazzo Costa
  • Inaugurazione Palazzo Costa
  • Inaugurazione Palazzo Costa
  • Inaugurazione Palazzo Costa
  • Inaugurazione Palazzo Costa
  • Inaugurazione Palazzo Costa
  • Inaugurazione Palazzo Costa
  • Inaugurazione Palazzo Costa
  • Inaugurazione Palazzo Costa
  •   
    Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa