C blog un luogo dove raccontare e raccontarsi

Costa neoCollection - Il racconto di viaggio di Maria Carla

by Monica "C" Team 20. febbraio 2014 12:00

Oggi, amici, vi portiamo in viaggio verso un itinerario esclusivo! Si chiama “Emirati con stile”, la crociera firmata Costa neoCollection che vi porta alla scoperta di Dubai, degli Emirati Arabi e dell'Oman in maniera nuova. Sì, perché grazie a Costa neoCollection avete la possibilità di viaggiare ad un ritmo rilassato, assaporando ogni momento e scoprendo le destinazioni nel modo che vi piace di più, grazie anche ai consigli di un Concierge, consulente personalizzato per aiutarvi nella scelta dei Tour.

Volete scoprire come è andata la crociera neoCollection di Maria Carla? Leggete il suo racconto!

“Eccomi! Mi chiamo Maria Carla: nata a Milano, cresciuta in Thailandia per 12 anni, rientro in Italia e termino gli studi universitari a Genova; dal 1983 mi stabilisco permanentemente nella meravigliosa Amsterdam, dove metto su famiglia e dove vivo felicemente tuttora.

Amo navigare perché mi fa sognare mondi vicini e lontani e perché mi accompagnano sempre il sole e l’energia del mare: danno luce e significato ad ogni angolo del mondo che esploro.

Ecco perché ho scelto una crociera Costa neoCollection e di condividere il mio racconto con voi. Seguitemi!

 

La nave neoRiviera: charme e relax a bordo.

Emozionatissima atterro per la prima volta a Dubai... la nave Costa neoRiviera è già attraccata in porto che mi aspetta! 

Dò una prima occhiata alla nave e noto subito i nomi dei ristoranti e dei bar: Ristorante Vernazza Bar Manarola... le Cinque Terre! La nave mi ha già conquistato per il suo look ispirato alla mia tanto amata Liguria. 

Che magnifica accoglienza, mi sento subito a casa! Grazie Costa, avete pensato proprio a tutto. 

Dopo il primo tour sulla nave, penso: dove ceno stasera? Ristorante Cetara oppure al sofisticato Saint Tropez? E penso subito che devo fare in fretta, la cena sta per essere servita... E invece, vengo a scoprire che questa crociera è organizzata in modo ben diverso. Posso tranquillamente scegliere dove e quando cenare in tutta calma. Una gran sorpresa per me e per tutti i passeggeri a bordo!

 

Dubai in escursione “privata” 

La mattina successiva, mi sveglio pronta per la mia prima escursione. Ed ecco che compaiono nella mia mente le prime domande... 

Oggi finalmente lo scoprirò Dubai! Un po’ mi incuriosisce e mi affascina.

L’escursione parte puntuale, organizzata in piccoli pulmini che consentono di avere la comodità del servizio “privato” e flessibilità durante l’escursione. Evviva! 

Inizia il giro panoramico della città di Dubai e rimango subito sbalordita dalle straordinarie opere architettoniche che arrivano fino a sfiorare il cielo.  Grattacieli che brillano nel cielo azzurro disegnati con grande creatività!

Mi preparo psicologicamente a sfiorare il cielo anch’io risalendo il Burj Khalifa “To The Top”, la costruzione più alta al mondo, una vera sfida per chi soffre di vertigini... ma ce l’ho fatta! In solo pochi minuti arriviamo all’altezza di 321 metri! Il mondo sotto sembra irriconoscibile: una miniatura di auto e piccolissimi mezzi di trasporto in continuo movimento, le persone sono addirittura impercettibili, magnifico! 

Il pranzo viene servito allo sfarzoso Burj Al Arab, a forma di vela bianca, dove si ha l’impressione di pranzare nel cielo! Sala riservata al nostro gruppo, tavola splendidamente apparecchiata e un ottimo buffet di specialità arabe ricche di spezie e profumi d’oriente. Sarei rimasta lì per sempre!

E intanto pensavo… Dubai è solo abbondanza del lusso e sfarzo infinito? No, assolutamente no, ho visto e percepito molto di più. Spinta dalla mia curiosità, ho avuto occasione di approfondire questo mio primo impatto con la cultura della popolazione locale e la religione islamica. Ho imparato molto, persino rimodellato anche alcuni miei pensieri e pregiudizi. 

Ascoltando le guide locali, ho scoperto che le loro antiche tradizioni sono state preziosamente custodite e tramandate dal deserto potente ed eterno. Osservando i dintorni, ho visto che la popolazione è rigorosamente fedele alla religione islamica, ma con una notevole tolleranza nei confronti dei visitatori. 

Questo popolo “del deserto” ha conquistato la mia stima per la creatività senza confine nell’architettura moderna, per lo spiccato fiuto commerciale e per la capacità di gestire un’economia così fiorente; ospitando i visitatori di tutto il mondo, senza perdere la propria identità.

 

L'immensità dei colori del Deserto 

Tra le diverse escursioni proposte, ho optato per l’Overnight nel Deserto. Mi è stata raccomandata da così tanti che non ho esitato un attimo... prenotato, fatto! 

Non vedo l’ora di essere sorpresa dalla bellezza della natura, da racconti sotto le stelle e immergermi nell'atmosfera da mille e una notte... 

Lo zaino è pronto, sbarco dalla nave e salgo su una delle jeep 4X4 di "ARABIAN NIGHTS", il villaggio che ci ospiterà. Comincia l'avventura tra le dune di sabbia! 

Con le 4x4 si percorre circa un’ora e mezza di strada nel deserto alla velocità costante di 80km orari: le curve sabbiose sono morbide, la jeep scivola piacevolmente sulla sabbia... davvero unico e divertente!!! La guida si dimostra subito esperta e professionale. Ascolto incantata i suoi racconti e le innumerevoli informazioni su tutto ciò che vediamo. 

Mentre viaggiamo, la mia vista spazia nel deserto dei colori, nel paese dei miraggi, nei villaggi che ancora appartengono a nomadi beduini e ai dromedari ... ed eccoli apparire all'orizzonte!! Che spettacolo! Una fila di dromedari che camminano nella luce dorata delle dune. 

Quest'immagine mi rimarrà impressa per sempre, è commovente! 

Ci fermiamo ad un allevamento di cammelli per un autentico sguardo sulla tradizionale vita nomade del deserto... davvero affascinante! 

Il dromedario cattura l'attenzione di tutti: si ride, si scherza, si scappa (anche io!). L'escursione si anima, siamo tutti curiosi. Personalmente lo trovo un animale anche un po’ buffo! ;)

Non ci sono recinti, i dromedari mi camminano attorno, circondano la jeep e si avvicinano allungando collo e muso per salutarmi. 

"Arabian Nights" 

Arriviamo alla nostra destinazione: Arabian Nights Village immerso tra le splendide dune… che meraviglia!!!

Sono incantata dalla bellezza mitica e intramontabile del deserto. Non mi sarei mai e poi mai immaginata un'escursione con un fascino simile! 

La luce inizia a diventare rosa... presto, presto, non perdiamoci la vista del tramonto!!! Assieme ad altri turisti saliamo sulla più alta duna a ridosso del villaggio. 

Salendo, il mio peso sprofonda ad ogni passo: sotto di me, sabbia accumulata e disegnata dal vento. 

Mi siedo a godermi il tramonto che questo paesaggio lunare mi offre, davanti a me l'immensità del deserto che cerco invano di abbracciare. 

La sabbia è finissima, fresca e persino soffice. Ci gioco come una bambina divertendomi a farla cadere come un velo. 

Il Villaggio "Arabian Nights" mi offre una serata magica, indimenticabile: musica araba mentre degusto con piacere la squisita cucina locale profumata da spezie dolci e piccanti. 

Prima di ritirarmi nella mia casetta in stile, mi godo il cielo stellato sopra di me. Cerco subito la stella del nord come mi è stato insegnato qualche sera fa a bordo di Costa neoRiviera.

Nel deserto ritrovo la vastità degli spazi che, come il mare, amo. Riprovo quel dolce silenzio eterno e rivedo luce mai uguale a se stessa. 

Riscopro così il piacere del vuoto, della leggerezza, del distacco dal mondo superfluo e frenetico che affrontiamo tutti i giorni. 

Il suo insuperabile fascino sta nel fatto che domani sarà diverso, la natura lo rimodellerà con un’incredibile fantasia di forme e di sfumature. 

Proprio per quest'ultimo motivo, quando tornerò, troverò sempre un nuovo deserto. 

 

Sulle tracce di una gazzella. Abu Dhabi.

Lascio il deserto e rientro sempre in jeep ad Abu Dhabi per una visita della città con sosta all’imponente Moschea Bianca. 

Il significato della parola Abu Dhabi (ho scoperto che si pronuncia "abu zaby"!) è "Padre della Gazzella", un riferimento alla storia, secondo cui la prima tribù a stabilirsi sul territorio fu guidata da una gazzella in cerca di una sorgente d'acqua. 

Questa città mi piace forse più della vicina Dubai, ha un impatto storico culturale più forte su di me, riesco a vedere il suo passato senza essere abbagliata da enormi grattacieli. 

L'escursione mi porta a visitare l'unico caratteristico nucleo storico conservato dal XVII secolo... è interessantissimo! Le capanne, le stoffe, i lavori artigianali... 

Scopro subito che la città è un misto affascinante di tradizione e di progresso, sole presente tutto l'anno e vibrante atmosfera cosmopolita… mi piace moltissimo! 

Ma il quadro completo me lo ha dato la visita al museo di Abu Dhabi: ottima presentazione della guida che ci ha fornito informazioni e aggiornamenti sui principali progetti spettacolari a cui si sta preparando la città! 

Non sapevo che nel 2018 apriranno cinque importanti musei: il Guggenheim, il Louvre, lo Zayed National Museum (in collaborazione con il British Museum), il Museo Oceanografico più grande al mondo ed un centro di sperimentazione teatrale all’avanguardia. Che posto incredibile! 

Abu Dhabi è consapevole che le risorse del petrolio non sono infinite e si prepara ad affrontare il futuro e mettendo in atto progetti basati unicamente sull'energia solare...e qui di sole ne hanno in abbondanza! 

Fino a questo punto credevo d'aver raggiunto il massimo del mio entusiasmo, finché non visitato la Moschea Bianca. 

 

La Moschea Bianca

È un must per chi si reca ad Abu Dhabi, da non perdere perché è un monumento bellissimo. 

La Moschea Sheikh Zayed mi lascia senza fiato. A prima vista mi ricorda il Taj Mahal proprio per la purezza del marmo bianco. 

Ho visto parecchie moschee durante i miei viaggi, ma nessuna mi ha tolto il respiro come questa costruzione.

Mi raccomando, per poter accedere servono abiti leggeri sì, ma che coprano gambe, braccia e spalle!

È un capolavoro dall'esterno all'interno: m'incanto davanti a tutto questo bianco abbagliante, alle 82 cupole d'oro in stile moresco, alle 1000 colonne di marmo intarsiate di pietre semi preziose, ai 4 imponenti minareti... che meraviglia!! 

 

Datteri, spezie e profumo d’incenso: Oman 

L’arrivo a Muscat è spettacolare! Dalla mia cabina mi godo la navigazione lungo la costa montuosa e l’attracco nel porto di Muscat: ne sono già innamorata. 

È la mia prima volta qui in Oman, la terra delle mille e una notte, l’antica patria dell’incenso, dei souk e di antiche leggende. Sono sorpresa dalla meravigliosa natura incontaminata e dai colori accesi che mi danno il benvenuto... è giunto il tempo di scoprirla! 

Il desiderio di spingermi verso l’interno del paese è più forte di me, decido quindi per l’escursione a Nizwa con visita all’imponente fortezza. 

Mentre si percorre una strada tra zone montuose, si aprono scenari mozzafiato per la loro bellezza e per i colori intensi della terra. La guida mi coinvolge nei racconti dei segreti di questo paese magico e suggestivo: la sua storia millenaria, la resina chiamata dalla regina Saba “lacrime degli dei”, un tempo più preziosa dell’oro, l’incenso che diffuse il suo mitico profumo in tutte le civiltà. 

La visita alla fortezza di Nizwa è stupenda, da non perdere! Completamente restaurata, la fortezza splende nel sole con la sua torre rotonda alta 40 metri! La cosa che mi colpisce è il suo colore tra oro e ocra. 

Non mi voglio di certo perdere la vista straordinaria e così salgo ad ammirare i monti Hajar e le piantagioni che circondano la fortezza... bellissimo! 

 

Il pranzo tipico 

Il buffet a nostra disposizione è ottimo! Non ci sono parole per descrivere l’elaborata cucina omanita: ispirata a quella libanese, che amo molto, riflette la diversità etnica della popolazione. Non mancano le spezie: cardamomo, zafferano e cannella in abbondanza; in più, è arricchita da mandorle, miele e datteri. Tutto è contornato da dolci squisiti e frutta locale, considerata parte fondamentale del pasto: melograni, banane, albicocche e agrumi vengono serviti prima della carne secondo le loro antiche regole culinarie. 

L’Oman mi rimarrà sicuramente nel cuore: paese magico e suggestivo, l’incenso che profuma le stradine serpeggianti dei souk locali, le boutique artigianali piene sino al soffitto di oggetti d’argento! Impossibile dimenticarlo! Come è impossibile dimenticare una crociera Costa  neoCollection!”

Grazie a Maria Carla per il racconto della sua crociera firmata Costa neoCollection. E voi amici? Siete curiosi di provare questa esperienza? Cliccate qui e sfogliate in anteprima il catalogo dedicato ai viaggi Costa neoCollection.

Commenti (2) -

24/02/2014 21:06:13 #

Che bel diario!

Complimenti, scritto benissimo, lascia quasi l'impressione di aver vissuto con te questa meravigliosa esperienza!

Umberto Italy | Rispondi

26/02/2014 04:14:46 #

Brava, bella esposizione molto interessante e piacevole da leggere.

Marcella Italy | Rispondi

Aggiungi commento




  Country flag
biuquote
  • Commento
  • Anteprima
Loading







InEvidenza

Tag

Commenti recenti

Comment RSS

Archivio

Le foto del "C" Blog

Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  
4 famosi ristoranti firmano
i Menù delle Feste
  • 4 famosi ristoranti firmano i Menù delle Feste
  • 4 famosi ristoranti firmano i Menù delle Feste
  • 4 famosi ristoranti firmano i Menù delle Feste
  • 4 famosi ristoranti firmano i Menù delle Feste
  • 4 famosi ristoranti firmano i Menù delle Feste
  • 4 famosi ristoranti firmano i Menù delle Feste
  • 4 famosi ristoranti firmano i Menù delle Feste
  • 4 famosi ristoranti firmano i Menù delle Feste
  • 4 famosi ristoranti firmano i Menù delle Feste
  • 4 famosi ristoranti firmano i Menù delle Feste
  • 4 famosi ristoranti firmano i Menù delle Feste
  • 4 famosi ristoranti firmano i Menù delle Feste
  • 4 famosi ristoranti firmano i Menù delle Feste
  
Nella terra dei ghiacci
  • Nella terra dei ghiacci
  • Nella terra dei ghiacci
  • Nella terra dei ghiacci
  • Nella terra dei ghiacci
  • Nella terra dei ghiacci
  • Nella terra dei ghiacci
  • Nella terra dei ghiacci
  • Nella terra dei ghiacci
  • Nella terra dei ghiacci
  
Grandi città del Baltico
  • Berlino - Eastside
  • Berlino - Eastside
  • Berlino - Eastside
  • Berlino - Eastside
  • Berlino - Eastside
  • Berlino - Veduta città
  • Berlino - Veduta città
  • Berlino - Veduta città
  • Berlino - Veduta città
  • Berlino - Veduta città
  • Berlino - Veduta città
  • Berlino - Veduta città
  • Berlino - Veduta città
  • Berlino - Veduta città
  • Berlino - Veduta città
  • Berlino - Veduta città
  • Berlino - Veduta città
  • Berlino - Veduta città
  • Berlino - Olocausto
  • Berlino - Olocausto
  • San Pietroburgo - Ermitage
  • San Pietroburgo - Ermitage
  • San Pietroburgo - Ermitage
  • San Pietroburgo - Ermitage
  • San Pietroburgo - Ermitage
  • San Pietroburgo - Ermitage
  • San Pietroburgo - Ermitage
  • San Pietroburgo - Peterhof
  • San Pietroburgo - Peterhof
  • San Pietroburgo - Peterhof
  • San Pietroburgo - Peterhof
  • San Pietroburgo - Peterhof
  • San Pietroburgo - Peterhof
  • San Pietroburgo - Peterhof
  • San Pietroburgo
  • San Pietroburgo
  • San Pietroburgo
  • Stoccolma
  • Stoccolma
  • Stoccolma
  • Stoccolma
  • Stoccolma
  • Stoccolma
  • Stoccolma
  • Stoccolma
  • Stoccolma
  • Tallin
  • Tallin
  • Tallin
  • Tallin
  • Tallin
  • Tallin
  
Inaugurazione Palazzo Costa
  • Inaugurazione Palazzo Costa
  • Inaugurazione Palazzo Costa
  • Inaugurazione Palazzo Costa
  • Inaugurazione Palazzo Costa
  • Inaugurazione Palazzo Costa
  • Inaugurazione Palazzo Costa
  • Inaugurazione Palazzo Costa
  • Inaugurazione Palazzo Costa
  • Inaugurazione Palazzo Costa
  • Inaugurazione Palazzo Costa
  • Inaugurazione Palazzo Costa
  •   
    Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa