C blog un luogo dove raccontare e raccontarsi

Il giro del mondo di Cristina e Stelio - Da Savona a Maceiò

by Laura "C" Team 4. febbraio 2015 16:30


6 gennaio, Savona 

Il 6 gennaio scorso, Stelio e Cristina sono partiti per una magnifica avventura: il Giro del Mondo a bordo di Costa Deliziosa! Per loro non è la prima volta: dopo l’esperienza del 2013 non hanno saputo resistere e hanno scelto di imbarcarsi nuovamente quest’anno per non perdersi nessuna delle meraviglie del nostro pianeta.

Nei prossimi mesi seguiremo insieme a loro i momento più memorabili di questo viaggio. Ecco come raccontano le emozioni della partenza!

 "La lunga attesa è finalmente terminata! Oggi si parte per il nostro secondo giro del Mondo!
Ormai conosciamo alla perfezione la nave e tutti i meccanismi che la regolano. E’ stato come ritornare nella nostra casa dopo due anni di lontananza.

 

Dopo un’oretta di visita nei vari saloni la cosa che più ci ha colpito è stato il gran numero di passeggeri che già avevamo conosciuto nel precedente giro del mondo e che, come noi, hanno deciso di bissare l’esperienza. E così i baci e gli abbracci si sono sprecati, con amici o anche semplicemente conoscenti, sia italiani che stranieri, un po’ come ritrovarsi il primo giorno di scuola!
Abbiamo avuto la sensazione di non essere mai scesi dalla nave quel 16 aprile 2013, è stato come riannodare un filo che non si era mai spezzato.
Alle 17.00 in punto la nave molla gli ormeggi e parte per il lungo viaggio; è un’emozione incredibile e ci abbracciamo felici sul balcone di quella che sarà la nostra casa per i prossimi 115 giorni!
Per cena ci accomodiamo al Ristorante Albatros, al nostro mitico tavolo 100, dove ritroviamo i vecchi compagni di viaggio, i veneziani Franco e Giorgia, il “Comandante” Angelo  con la sua Rina da Reggio Calabria e i due siculi tutto fuoco Emanuele e Angela: c’è tutta l’Italia, Nord, Sud e le isole, stare a tavola con questo bel gruppo sarà uno spasso e un vero piacere. 
E così, con tutte queste belle premesse, ci ritiriamo sfiniti ma felici: vogliamo godere di un sonno ristoratore, cullati dal rollio della nave e dalle onde! "

 

7 gennaio, Marsiglia

 Il primo giorno di Cristina e Stelio è interamente dedicato al relax e alla buona tavola. Ecco come hanno vissuto la loro giornata a Marsiglia!

 "Oggi niente escursioni impegnative, abbiamo deciso di prendercela comoda.
La città la conosciamo già, pertanto il nostro obiettivo di giornata (più che nostro, una fissazione di Stelio) è la ricerca di un buon ristorante dove mangiare ostriche.  Raggiungiamo il lungomare del Porto Vecchio con il bus navetta e ci facciamo una bella passeggiata nelle vie del centro storico adiacenti la zona portuale. Già durante i venti minuti di tragitto ci accorgiamo di quanto sia cambiata in due anni tutta la zona portuale, oggetto di un’imponente opera di riqualificazione iniziata anni fa e ormai pressoché completata. Praticamente è stato rifatto tutto il tratto di collegamento dal porto nuovo, impressionante per la sua grandezza, ed il porto vecchio nel centro città, un bellissimo lavoro che migliora sensibilmente tutto il waterfront marsigliese.
Dopo un tranquillo bighellonare nelle vie del centro, e passati in rassegna tutti i locali e i ristoranti che si affacciano sul lungomare, Stelio finalmente trova quello che cercava, il Ristorante Miramar, dove si può togliere lo sfizio delle ostriche! La scelta si è rivelata ottima perché tutto è stato perfetto, dal cibo servitoci al servizio impeccabile, dalla location allo splendido sole che ci ha riscaldato, visto che abbiamo mangiato all’aperto.
E così, soddisfatti per questa prima uscita, ce ne torniamo alla nave, pronti per partire alla volta di Barcellona."

8 gennaio, Barcellona 

 Una tappa a Barcellona, la Città dei Conti, con l’immancabile passeggiata sulla Rambla, prepara Stelio e Cristina ad immergersi nel cuore del loro viaggio, verso mete esotiche e colorate.

 "Oggi si arriva a Barcellona. Il nostro programma prevede un giretto in città, pertanto con un taxi ci facciamo portare sul punto panoramico del Montjüic per avere una visione completa della città vista dall’alto. La vista è senz’ altro bella, anche grazie ad un bel cielo limpido che inonda di luce tutto il panorama. Ci facciamo quindi portare in città, in Plaza de Catalunya, dove ha inizio la Rambla, che percorriamo in tutta la sua lunghezza ad un’andatura turistica. Questa volta niente shopping da Custo!
Immancabile la sosta al mercato della Boqueria, dove ci facciamo gli occhi su ogni genere di bendidio mangereccio e ci rifocilliamo con il solito piattino di ostriche.
Ritorniamo in tutta tranquillità sulla nave, non senza aver approfittato del wi.fi della stazione marittima, moderna, pulita e funzionale!
Stasera si salpa per Casablanca, dove arriveremo dopo un giorno di navigazione ed aver percorso 710 miglia. Adios Barcellona, la nostra crociera comincia ora!"

10 gennaio, Casablanca

Due giorni di navigazione e i nostri amici giungono finalmente a Casablanca, la città del sole e della grande moschea sul mare.

 "Alle prime luci del giorno si avvistano le coste marocchine e verso le otto la nave ormeggia nel porto di Casablanca. Oggi è in programma la prima escursione free con Costa, il tour della Città di Casablanca.
Il tour comincia in un clima da gita scolastica, a bordo ci si conosce tutti e le battute si sprecano. Vedremo in ordine il vecchio quartiere di Habous con la Medina, i tipici negozi di artigianato e il pittoresco mercato delle olive; poi via verso il Palazzo Reale, la Chiesa di Notre Dame de Lourdes e la bella Piazza Mohamed V. Poi la cosa più bella, la visita della bellissima Moschea di Hassan II, splendida costruzione sulle rive dell’Atlantico, unica per la sua concezione di luogo di culto aperto alle tre religioni monoteistiche, islamismo, cristianesimo ed ebraismo. Lo splendido sole che illumina il cielo fa risaltare ancor più i magnifici contrasti di colore.
Si riparte verso la Corniche, il lungomare della città, con i suoi locali, le spiagge e le piscine; altra piccola sosta per un caffè e un paio di foto panoramiche. Ultima sosta nel quartiere ebraico in un negozio di erboristeria. Rientriamo quindi in porto, dopo aver attraversato il quartiere residenziale di Anfa ed il centro cittadino.
Poiché la nave salperà solamente alle 23.00, ci sarebbe tutto il tempo di uscire di nuovo da soli per continuare la visita della città, ma noi decidiamo di rimanere a bordo; quello che abbiamo visto ci può bastare e Casablanca non è poi una città così affascinante. Comunque abbiamo gradito l’escursione e la guida è stata chiara, esauriente e soprattutto simpatica. Come prima gita tutto ok, soprattutto niente shopping: Stelio e il portafoglio ringraziano!"

11 gennaio, in navigazione

Il viaggio verso la prossima meta dura tre giorni: Stelio e Cristina ne approfittano per godersi le attività a bordo e programmare la loro vacanza. Come avranno passato il loro tempo?

 "Oggi è il primo dei tre giorni di navigazione che ci porteranno nell’arcipelago di Capo Verde e più esattamente nell’isola di Sao Vicente, distante 1.398 miglia. Siamo consci del fatto che a bordo ci sarà talmente tanto da fare che non basterà il tempo che abbiamo a disposizione!
Il programma del giorno, che ci viene recapitato in cabina ogni sera, è così ricco di attività che risulta quasi difficile scegliere cosa fare, perché si vorrebbe fare tutto o quasi, così ci tocca fare delle scelte e sacrificare qualcosa.
Si comincia a prendere contatto e conoscere il team dell’animazione, in primis le istruttrici sportive, la romana Nicoletta e la brasiliana Ana Luisa: saranno le mie compagne di giochi preferite!
Io mi butto a capofitto nelle attività sportive e danzanti, con i corsi di ginnastica, la zumba, la corsa sul ponte 3 ed i vari corsi di ballo; non potendoli fare tutti, decido di puntare sul tango argentino, la bachata, il forrò (ballo brasiliano) e il nostro amato country: direi che può bastare!
Stelio si occupa invece di organizzare i servizi telefonici e le connessioni internet a bordo, oltre a studiare e prenotare le escursioni della prima tratta di crociera.
Per non parlare di tutte le “ciacole” che si fanno con i vecchi amici e con quelli nuovi che ci siamo già fatti! Per fortuna le nostre conoscenze linguistiche ci permettono di relazionare con gente di tutta Europa, solo sul portoghese siamo un po’ carenti, ma io mi sto già istruendo perché voglio arrivare preparata in Brasile e per questo posso contare sull’aiuto dei ragazzi brasiliani dello staff... obrigada!
Per finire questa “stancante” giornata, qualche salutare giro di ballo nel nostro locale preferito, il Gran Bar Mirabilis, prima di crollare nel nostro letto." 

  

14 gennaio, Capo Verde

Un’isola rude, esotica, colorata. Il viaggio di Stelio e Cristina prosegue nello splendido arcipelago di Capo Verde, tra alture, piazze del mercato e l’indomabile, immenso oceano.

 "Alle 8.00 facciamo il nostro ingresso nel Porto Grande di Mindelo, capoluogo dell’isola di Sao Vicente nell’arcipelago di Capo Verde. Il panorama che ci si prospetta è brullo, data la natura vulcanica dell’isola, in più c’è una grande foschia unita ad un forte vento, ma noi, abituati alla bora, non ci impressioniamo più di tanto e partiamo alla conquista dell’isola, in compagnia degli amici Franco e Giorgia, Angelo e Rina, Luciano e Tina.
Stelio assume subito il comando delle operazioni, che non mollerà più fino a fine giornata: ormai è lui il capo branco e, vista la sua naturale inclinazione al comando e la sua deformazione professionale ad organizzare tutto e tutti, non è escluso che, prima della fine della crociera, il Comandante Serra se lo ritroverà in plancia di comando a dare ordini e dettare le istruzioni di regata! 
Prima meta il Monte Verde, il più alto rilievo dell’isola con i suoi 750 metri; ci arriviamo dopo mezz’ora di tragitto su una stradina acciottolata, tutta curve, a strapiombo sulla vallata, un viaggio non proprio piacevole, ma con la prospettiva di godere, una volta in cima alla montagna, di uno splendido panorama sull’isola e sull’oceano. Purtroppo tutta la visuale è offuscata dalla nebbia e il vento che tira ci impedisce qualsiasi movimento, perciò tutti di nuovo sul pulmino e giù verso il mare, ripercorrendo a ritroso la strada appena fatta.
Seconda sosta nella Baia das Gastas, località famosa per un festival internazionale di musica che si tiene ogni anno.
In città ci fermiamo nell’Avenida Cabral, dove si eleva la Torre di Belem che si affaccia sul mercato del pesce, assai animato e uno dei più importanti di tutto l’arcipelago.
Passeggiamo per le stradine adiacenti la piazza Estrela, dove si trova il mercato comunale e dove compriamo i soliti souvenir. Pranziamo in un ristorante consigliatoci dal tassista, che si chiama O Cocktail: gamberi alla griglia, innaffiati da un buon vino bianco locale. Per finire una passeggiata sul lungomare Avenida Cabral, dove ammiriamo gli edifici, sia pubblici che privati, che vi si affacciano, in stile portoghese, dipinti in vari colori, che danno a tutto l’ambiente un carattere prettamente coloniale. Ce ne torniamo a piedi sulla nave, soddisfatti della nostra giornata a terra.
Stasera Costa Deliziosa parte alla volta del Brasile, dove arriveremo fra quattro giorni, a Recife.
Serata movimentata a base di disco music. E vai, tutti in pista!"

15 gennaio, in navigazione

Navigazione verso il Brasile! La vita di bordo si fa più intensa 

"Oggi prima di quattro giornate di navigazione, apparentemente lunghe e noiose ma in realtà vivaci e dense di impegni. Oggi attività più tranquille e sedentarie, tipo una bella conferenza del Professor Scopelliti sui “misteri dei primi americani”, un po’ di cultura non fa male! Nel pomeriggio il solito torneo di burraco, che di volta in volta risulta sempre più piacevole!
Dopo il burraco è la volta del karaoke. Sono la prima a cantare nel primo karaoke organizzato a bordo, e ancora non so a che destino andrò incontro! Infatti, finita la mia esibizione vengo contattata dal Professor Montagner, massima autorità musicale di bordo, il quale si complimenta con me e mi propone di partecipare al “C Talent Show”, ovvero una specie di X Factor, uno spettacolo vero in teatro, fatto dai comuni passeggeri. Io non credo alle mie orecchie, visto che è una vita che mi sento dare della stonata. Fatto sta che accetto la proposta e mi imbarco in questa nuova avventura!" 


19 gennaio, Brasile, Recife

La prima volta di Cristina e Stelio in Brasile: una vera sorpresa!

"Finalmente Brasil, o paìs tropical! Oggi, per la prima volta in vita nostra, tocchiamo terra in questo paese che, nel comune pensare, è sinonimo di spiagge, samba e allegria!
Alle prime luci del mattino, accolta da uno skyline di grattacieli affacciati su una lingua di spiaggia, la nave entra nel grande porto di Recife, capitale dello stato di Pernambuco, città di tre milioni di abitanti che si stende là dove il fiume Capibaribe si getta nelle acque dell’Atlantico. Siccome siamo poco più a sud dell’equatore, qui è piena estate e si prevedono per oggi temperature elevate ed un’alta percentuale di umidità; pertanto dobbiamo essere ben attrezzati (crema solare, cappello, tanta acqua) per affrontare l’escursione Costa all’ Isola di Itamaracà, che durerà ben otto ore. Il nostro gruppo è ristretto, siamo solo in sedici a salire sul pulmino che ci porterà alla meta, più la nostra guida locale, Francisco, simpatico e loquace, con una bella padronanza della lingua italiana. Ci fa compagnia anche il simpatico Christian del Tour Office.
Dopo di un’ora di viaggio, raggiungiamo la prima tappa: il Centro per la protezione del lamantino (o dugongo) di Ibama, una base di studi e tutela di una delle più preziose specie in via di estinzione. Stelio è un grande appassionato di animali e aspetta con ansia questa esperienza. Vediamo alcuni esemplari in grandi vasche.
Si prosegue quindi verso la seconda tappa, la spiaggia di Itamaracà, dove ci attende un catamarano che ci porterà sull’isoletta di Coroa do Aviao, le cui coste sono bagnate dall’Atlantico su un lato e dal fiume sull’altro. Nel momento in cui salpiamo, questo fazzoletto di terra è circondato dalla bassa marea, e si vedono fuoriuscire dall’acqua lingue di una sabbia bianchissima, dove dei pescatori pescano vongole e granchi. Visto dall’alto della barca è uno spettacolo splendido, questa alternanza di colori, il turchese dell’acqua ed il bianco della sabbia, mai avevamo visto una cosa del genere. Prima di toccare terra sull’ isolotto ci facciamo anche un bel giro nella vicina laguna, dove possiamo ammirare boschi di mangrovie e pescatori di ostriche. Quindi, eccoci sulla nostra isola: spiaggia, palme e qualche baracchetta dove servono cibi e bevande. Per digerire, io mi faccio a piedi ben tre giri dell’isola, mentre Stelio approfitta di una amaca sotto le palme, gentilmente messa a disposizione dal ristoratore: questa sì che è vita! Il grande caldo non dà fastidio, perché spira un bel venticello.
La sosta sull’isola dura tre ore, dopodiché ripercorriamo a ritroso la stessa strada fatta all’andata e per finire facciamo, sempre in bus, un giro panoramico del centro città di Recife. 
Dopo cena, per festeggiare l’arrivo in Brasile, Brazilian Party in piscina, a base di samba e forrò!"

20 gennaio, Brasile, Maceiò

Un giornata di relax tra spiagge e mercatini per Stelio e Cristina. Il Giro del Mondo è anche questo!

 "Oggi seconda tappa brasiliana, la città di Maceiò, capitale dello stato di Alagoas, dove sosteremo solo sei ore. Il nostro programma odierno prevede una tranquilla mattinata in spiaggia.
Navetta per uscire dal porto e taxi per la spiaggia più vicina, la Praia de Avenida, in compagnia di Franco e Giorgia. Ci siamo accorti che questi brasiliani vivono in allegria, sono sempre felici, a dispetto magari della situazione economica non propriamente ottimale per loro, e soprattutto non lesinano in sorrisi e cortesie. L’acqua del mare non è limpidissima, ma è calda ed invoglia a farci un tuffo.
Prima di rientrare in nave, visita al Pavillhao de Artesanato, un mercato di prodotti artigianali, dove ci limitiamo all’acquisto di pochi souvenir; la gente del posto parla solo portoghese, accetta solo valuta brasiliana e non ammette la contrattazione, pertanto io e Giorgia non siamo tanto invogliate ad acquistare, Stelio e Franco ringraziano.
Alle 14.00 salpiamo alla volta di Salvador de Bahia."

 

Per il momento salutiamo Cristina e Stelio, già pronti per la prossima tappa. I nostri amici proseguono il loro lungo viaggio intorno al nostro
bellissimo mondo. Continuate a seguirci per conoscere il seguito della loro avventura!
 

Commenti (1) -

05/02/2015 20:13:52 #

Complimenti, bellissimo diario! Attendiamo il resto con ansia..... È come essere a bordo con voi!!! Buona continuazione!

Eva Italy | Rispondi

Aggiungi commento




  Country flag
biuquote
  • Commento
  • Anteprima
Loading







InEvidenza

Tag

Commenti recenti

Comment RSS

Archivio

Le foto del "C" Blog

Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  • Costa Favolosa
  
4 famosi ristoranti firmano
i Menù delle Feste
  • 4 famosi ristoranti firmano i Menù delle Feste
  • 4 famosi ristoranti firmano i Menù delle Feste
  • 4 famosi ristoranti firmano i Menù delle Feste
  • 4 famosi ristoranti firmano i Menù delle Feste
  • 4 famosi ristoranti firmano i Menù delle Feste
  • 4 famosi ristoranti firmano i Menù delle Feste
  • 4 famosi ristoranti firmano i Menù delle Feste
  • 4 famosi ristoranti firmano i Menù delle Feste
  • 4 famosi ristoranti firmano i Menù delle Feste
  • 4 famosi ristoranti firmano i Menù delle Feste
  • 4 famosi ristoranti firmano i Menù delle Feste
  • 4 famosi ristoranti firmano i Menù delle Feste
  • 4 famosi ristoranti firmano i Menù delle Feste
  
Nella terra dei ghiacci
  • Nella terra dei ghiacci
  • Nella terra dei ghiacci
  • Nella terra dei ghiacci
  • Nella terra dei ghiacci
  • Nella terra dei ghiacci
  • Nella terra dei ghiacci
  • Nella terra dei ghiacci
  • Nella terra dei ghiacci
  • Nella terra dei ghiacci
  
Grandi città del Baltico
  • Berlino - Eastside
  • Berlino - Eastside
  • Berlino - Eastside
  • Berlino - Eastside
  • Berlino - Eastside
  • Berlino - Veduta città
  • Berlino - Veduta città
  • Berlino - Veduta città
  • Berlino - Veduta città
  • Berlino - Veduta città
  • Berlino - Veduta città
  • Berlino - Veduta città
  • Berlino - Veduta città
  • Berlino - Veduta città
  • Berlino - Veduta città
  • Berlino - Veduta città
  • Berlino - Veduta città
  • Berlino - Veduta città
  • Berlino - Olocausto
  • Berlino - Olocausto
  • San Pietroburgo - Ermitage
  • San Pietroburgo - Ermitage
  • San Pietroburgo - Ermitage
  • San Pietroburgo - Ermitage
  • San Pietroburgo - Ermitage
  • San Pietroburgo - Ermitage
  • San Pietroburgo - Ermitage
  • San Pietroburgo - Peterhof
  • San Pietroburgo - Peterhof
  • San Pietroburgo - Peterhof
  • San Pietroburgo - Peterhof
  • San Pietroburgo - Peterhof
  • San Pietroburgo - Peterhof
  • San Pietroburgo - Peterhof
  • San Pietroburgo
  • San Pietroburgo
  • San Pietroburgo
  • Stoccolma
  • Stoccolma
  • Stoccolma
  • Stoccolma
  • Stoccolma
  • Stoccolma
  • Stoccolma
  • Stoccolma
  • Stoccolma
  • Tallin
  • Tallin
  • Tallin
  • Tallin
  • Tallin
  • Tallin
  
Inaugurazione Palazzo Costa
  • Inaugurazione Palazzo Costa
  • Inaugurazione Palazzo Costa
  • Inaugurazione Palazzo Costa
  • Inaugurazione Palazzo Costa
  • Inaugurazione Palazzo Costa
  • Inaugurazione Palazzo Costa
  • Inaugurazione Palazzo Costa
  • Inaugurazione Palazzo Costa
  • Inaugurazione Palazzo Costa
  • Inaugurazione Palazzo Costa
  • Inaugurazione Palazzo Costa
  •   
    Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa
    • Inaugurazione Costa Deliziosa